Gli effetti sull'uomo e sull'ambiente: all'Irst si fa chiarezza sul tema delle radiazioni

Nel fine settimana inoltre l’Istituto ospiterà anche una mostra di totem illustrati che mette in relazione le differenti tipologie di radiazioni con i poteri dei più noti Supereroi Marvel

Molto spesso le radiazioni vengono associate a un qualcosa di nocivo per la salute e pericolose per l’ambiente. In realtà, da sempre viviamo esposti alle radiazioni, che siano quelle emesse naturalmente dal suolo terrestre oppure provenienti dallo spazio attraverso i raggi cosmici o, ancora, quelle prodotte dall’uomo attraverso differenti strumentazioni. È perciò importante saper distinguere i diversi effetti che le radiazioni hanno, come trattarle e di quali non bisogna avere alcuna paura. Per fare chiarezza sul ruolo delle radiazioni e sulle conseguenze all’esposizione ad esse, l’Istituto Tumori della Romagna (Irst Irccs) organizza, in collaborazione con l'Associazione Nazionale Fisica Medica (Aifm), venerdì a Meldola alle 17 nella sala Tison (Irst, via Piero Maroncelli, 40) una briosa conferenza pubblica.

L’iniziativa sarà condotta dal presidente Aifm Michele Stasi (Direttore della Struttura Complessa di Fisica Sanitaria dell’azienda ospedaliera “Ordine Mauriziano” di Torino), tra i più importanti esperti in materia, che illustrerà, attraverso l’utilizzo di immagini e riferimenti, le varie fonti di radiazioni e i loro diversi effetti. In particolare, si partirà dalla scoperta della radioattività e dei raggi X per arrivare alle più moderne applicazioni della fisica medica nel campo della radiomica, Intelligenza Artificiale e 5G. Sabato e domenica, dalle ore dalle 16 alle 18, sempre in sala Tison Irst, sarà visitabile una mostra realizzata in collaborazione con Wow Spazio Fumetto - Museo del Fumetto di Milano, dal titolo “Supereroi e radiazioni, la Fisica Medica nei fumetti Marvel e oltre”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra mira a far conoscere come le radiazioni abbiano contribuito a far evolvere l’umanità, come vengano utilizzate negli ambienti sanitari e di ricerca per curare e sconfiggere i tumori e quale sia il ruolo del fisico medico nella radioprotezione e nella gestione delle grandi attrezzature utilizzate per questi scopi. Il tutto è raccontato attraverso l’epopea dei più noti supereroi del Mondo Marvel, partendo dalla loro nascita e il loro evolversi grazie proprio all’utilizzo delle radiazioni. Lo spettatore, percorrendo le varie installazioni, potrà seguire la nascita dei più famosi Supereroi, avvenuta a inizio anni ‘60 grazie al genio di disegnatori come Stan Lee, proprio attraverso l’allora misterioso e incontrollato utilizzo delle radiazioni. Si potrà scoprire il rapporto tra i raggi cosmici e i Fantastici 4, i raggi X e Spider man, i raggi Gamma e l'Incredibile Hulk, per poi passare ai rifiuti radioattivi e Daredevil, i campi magnetici e Magneto, le mutazioni genetiche e gli X-men e terminare con le nano-particelle e Ant Man.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento