L'educazione stradale arriva nelle scuole con il progetto "Ies"

Il progetto si articola in più fasi che prevedono, di volta in volta, la partecipazione dei soggetti coinvolti nell’esperienza formativa

Torna nelle scuole il progetto Ies “Insieme per l'educazione Stradale”, iniziativa nata dalla collaborazione tra il Comune di Forlì, l'Ufficio scolastico ambito territoriale di Forlì-Cesena, la Polizia locale, Automobile club di Forlì-Cesena e Iperpneus, che coinvolge studenti del territorio e le rispettive famiglie in un percorso di educazione alla sicurezza stradale e di prevenzione dell'incidentalità.

Sono intervenuti alla presentazione Gian Luca Zattini, sindaco di Forlì; Paola Casara, assessore alle Politiche Educative; Alessandra Prati dell'Ufficio Scolastico Ambito Territoriale di Forlì-Cesena, Daniele Carloni di Iperpneus, il formatore Paolo Rivalta, insegnanti e studenti di alcune scuole del territorio coordinati dal professor Marco Susanna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto

Il progetto si articola in più fasi che prevedono, di volta in volta, la partecipazione dei soggetti coinvolti nell’esperienza formativa: il Dirigente Scolastico, gli insegnanti delle varie discipline, la famiglia, il personale della Polizia Municipale Ucrf e di Automobile Club, i soggetti fondatori del progetto e gli enti che molto gentilmente hanno sponsorizzato l’iniziativa. Da novembre a fine febbraio vengono effettuati in ogni classe due incontri di due ore ciascuno durante i quali la Polizia Municipale Ucrf e Automobile Club di Forlì Cesena trasmettono, mediante lezioni teoriche, una maggior conoscenza dell'ambiente "strada" e la consapevolezza dei rischi che la stessa nasconde se non vengono rispettate le norme del codice stradale. Filo conduttore delle lezioni è quello di rendere gli studenti partecipi del percorso tramite una didattica attiva, con discussioni, lavori di gruppo, confronto di opinioni, prendendo spunto anche dal materiale consegnato contestualmente. Un concorso dal titolo “Per Alice. Sicuri Insieme” premia le classi che avranno realizzato un prodotto (video, manifesto, canzone, ecc..) in grado di trasmettere in modo efficace e originale lo spirito del progetto. Nei mesi di marzo, aprile e maggio, la Polizia Municipale Ucrf realizzerà lezioni pratiche in situazione simulata, mediante la costruzione di percorsi che gli studenti dovranno effettuare in bicicletta per imparare a riconoscere la segnaletica stradale e adottare comportamenti corretti. Nel mese di aprile, inoltre, si svolgeranno le “Olimpiad-Ies”, gara a quiz che coinvolgerà tutte le classi in varie manche fino a decretare le prime tre classi vincitrici. Affinché si realizzi pienamente il senso del progetto, a fine anno scolastico una passeggiata in bicicletta, che coinvolgerà tutti gli studenti delle classi prime degli Istituti Comprensivi, rappresenterà l’evento conclusivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento