Il Premio Nobel per la Pace Yunus a Forlì: "Il motore del sistema capitalista è difettoso"

Alle 10 il Teaching Hub, il premio Nobel per la pace ha inaugurato il primo Yunus Social Business Centre dell’Università di Bologna

Il "banchiere dei poveri" Muhammad Yunus è stato accolto mercoledì a Forlì dal Magnifico Rettore per una giornata "da Nobel" dedicata al social business e al microcredito, promossa dalla Fondazione Grameen Italia e organizzata dal Dipartimento di Scienze Aziendali, dalla vice presidenza della Scuola di Economia, Management e Statistica – sede di Forlì e dalla presidenza del Campus di Forlì con il supporto della Bologna Business School.

VIDEO: VISITA A FORLI' DEL PREMIO NOBEL PER LA PACE

Alle 10 il Teaching Hub, il premio Nobel per la pace ha inaugurato il primo Yunus Social Business Centre dell’Università di Bologna, in una città che grazie anche alla solida presenza dell’istituzione universitaria, da tempo, rappresenta un polo di rilevanza nazionale nell’ambito dell’economia sociale. Alla cerimonia hanno partecipato il Rettore Francesco Ubertini, il direttore di Dipartimento di Scienze Aziendali Maurizio Sobrero e i rappresentanti delle più importanti realtà locali.

Lo Yunus Social Business Centre sarà un Centro dedicato a promuovere e diffondere la ricerca sul Social Business sia in ambito accademico che in ambito professionale, coinvolgendo in particolare giovani studenti e ricercatori. L’attività del Centro riguarderà la ricerca sui modelli economici e aziendali con vocazione sociale, la pubblicazione e divulgazione dei risultati degli studi, la collaborazione con la rete internazionale dello Yunus Centre Network per ricerche e pubblicazioni congiunte.

A Yunus, Professore di Economia e premio Nobel per la pace, si riconosce il merito di aver sostenuto milioni di famiglie nella lotta contro la povertà, attraverso l’opera della Grameen Bank e gli strumenti del microcredito e del social business. 
Secondo Yunus "è ora di ammettere che il motore del sistema capitalista è difettoso e, nella sua forma attuale, porta inevitabilmente a forti disuguaglianze, disoccupazione massiccia e distruzione ambientale".

"Per salvare l'umanità e il pianeta, abbiamo bisogno di un nuovo sistema economico basato su una visione più realistica della natura umana, che riconosca l'altruismo e la generosità come forze trainanti, altrettanto fondamentali e potenti quanto l'interesse personale", ha evidenziato, presentando agli studenti dell’Università e alla comunità locale la sua visione economica del mondo a tre zeri, caratterizzata dall’assenza di povertà, disoccupazione ed emissioni di carbonio".

Commenta il sindaco Davide Drei: "E' stato un onore accogliere a Forlì il Premio Nobel per la pace Yunus. La sua presenza ci rende quindi particolarmente orgogliosi e ci stimola ad investire per promuovere sempre di più un un modo diverso, un modo equo, di produrre valore, a partire dalla cura delle persone, del rispetto dell’ambiente e di uno sviluppo sostenibile".

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Niente aria condizionata in casa? Ecco 5 consigli per non sentirne troppo la mancanza

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Liceo Scientifico, una vacanza oltre l'8 per 370 studenti: l'elenco dei bravissimi

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Incidente nel pomeriggio sul tratto forlivese dell'A14: lunghi incolonnamenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento