Il Premio Nobel per la Pace Yunus a Forlì: "Il motore del sistema capitalista è difettoso"

Alle 10 il Teaching Hub, il premio Nobel per la pace ha inaugurato il primo Yunus Social Business Centre dell’Università di Bologna

Il "banchiere dei poveri" Muhammad Yunus è stato accolto mercoledì a Forlì dal Magnifico Rettore per una giornata "da Nobel" dedicata al social business e al microcredito, promossa dalla Fondazione Grameen Italia e organizzata dal Dipartimento di Scienze Aziendali, dalla vice presidenza della Scuola di Economia, Management e Statistica – sede di Forlì e dalla presidenza del Campus di Forlì con il supporto della Bologna Business School.

VIDEO: VISITA A FORLI' DEL PREMIO NOBEL PER LA PACE

Alle 10 il Teaching Hub, il premio Nobel per la pace ha inaugurato il primo Yunus Social Business Centre dell’Università di Bologna, in una città che grazie anche alla solida presenza dell’istituzione universitaria, da tempo, rappresenta un polo di rilevanza nazionale nell’ambito dell’economia sociale. Alla cerimonia hanno partecipato il Rettore Francesco Ubertini, il direttore di Dipartimento di Scienze Aziendali Maurizio Sobrero e i rappresentanti delle più importanti realtà locali.

Lo Yunus Social Business Centre sarà un Centro dedicato a promuovere e diffondere la ricerca sul Social Business sia in ambito accademico che in ambito professionale, coinvolgendo in particolare giovani studenti e ricercatori. L’attività del Centro riguarderà la ricerca sui modelli economici e aziendali con vocazione sociale, la pubblicazione e divulgazione dei risultati degli studi, la collaborazione con la rete internazionale dello Yunus Centre Network per ricerche e pubblicazioni congiunte.

A Yunus, Professore di Economia e premio Nobel per la pace, si riconosce il merito di aver sostenuto milioni di famiglie nella lotta contro la povertà, attraverso l’opera della Grameen Bank e gli strumenti del microcredito e del social business. 
Secondo Yunus "è ora di ammettere che il motore del sistema capitalista è difettoso e, nella sua forma attuale, porta inevitabilmente a forti disuguaglianze, disoccupazione massiccia e distruzione ambientale".

"Per salvare l'umanità e il pianeta, abbiamo bisogno di un nuovo sistema economico basato su una visione più realistica della natura umana, che riconosca l'altruismo e la generosità come forze trainanti, altrettanto fondamentali e potenti quanto l'interesse personale", ha evidenziato, presentando agli studenti dell’Università e alla comunità locale la sua visione economica del mondo a tre zeri, caratterizzata dall’assenza di povertà, disoccupazione ed emissioni di carbonio".

Commenta il sindaco Davide Drei: "E' stato un onore accogliere a Forlì il Premio Nobel per la pace Yunus. La sua presenza ci rende quindi particolarmente orgogliosi e ci stimola ad investire per promuovere sempre di più un un modo diverso, un modo equo, di produrre valore, a partire dalla cura delle persone, del rispetto dell’ambiente e di uno sviluppo sostenibile".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furti nelle abitazioni, le indagini portano in un covo: trovata refurtiva per 38mila euro

  • Cronaca

    Inaugura in via Giorgio Regnoli la settima edizione di "Galleria a Cielo Aperto"

  • Cronaca

    Raccolta differenziata, Civitella guida la classifica di Alea. A Forlì "secco" calato del 66%

  • Cronaca

    “Porpora”: il cortometraggio del forlivese Davide Mastrangelo al "Torino Underground Cinefest"

I più letti della settimana

  • Errore nella differenziata, avviso rosso e bidone ancora pieno: "Ma non c'era tolleranza?"

  • Smantellato un giro di prostituzione cinese da 20mila euro al mese, i soldi arrivavano ad Hong Kong

  • Tenta di togliersi la vita impiccandosi ad un termosifone: strappato alla morte

  • Terza nuova apertura in Piazza Saffi, l'ex "Ceccarelli" attrae imprenditori cesenati

  • Rocambolesco schianto alle porte di Meldola: un'auto si ribalta, l'altra finisce nel fosso

  • Violento tamponamento sulla Bidentina, due feriti: interviene anche l'elimedica

Torna su
ForlìToday è in caricamento