Il Presidente Napolitano riceverà la laurea honoris causa il 30 gennaio

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riceverà dall'Alma Mater, il prossimo 30 gennaio, la laurea honoris causa in Relazioni Internazionali e inaugurerà l'Anno Accademico 2011-2012

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riceverà dall’Alma Mater, il prossimo 30 gennaio, la laurea honoris causa in Relazioni Internazionali e inaugurerà l’Anno Accademico 2011-2012Il riconoscimento, proposto dalla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Bologna e dalla Facoltà di Scienze Politiche “R.Ruffilli” sede di Forlì nei rispettivi corsi di laurea magistrale,  gli verrà conferito dal Rettore Ivano Dionigi durante la cerimonia di inaugurazione e il Presidente terrà una lectio magistralis.

Il Rettore esprime grande soddisfazione e riconoscenza a nome di tutta la comunità universitaria. “Sarà l'occasione – commenta – per onorare l'altissimo profilo, nazionale e internazionale, politico e istituzionale del nostro Presidente e riconoscere il suo impegno culturale, civile e morale e la sua costante ed efficace attenzione e vicinanza alla causa della ricerca, della formazione e del futuro dei giovani del nostro Paese. E sarà anche l'occasione per dire al Presidente che l'università può e deve svolgere un ruolo da protagonista per concorrere al superamento del difficile momento attuale”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (28)

  • Mi meraviglio che ci sia ancora gente che parla di URSS. Se c'è qualcun che sostiene le politiche ignobili russe è proprio il vostro caro Berlusconi, visto che era sempre a casa di Putin. Essendo Napolitano una persona di pace non che difensore della costituzione, dubito fortemente che sostenesse qualsiasi azione militare contro civili indifesi. Sembra quasi che parlare di comunisti si parli del demonio, ma vi hanno mai fatto qualcosa di personale?? Hanno provato a mangiarvi?? E allora smettiamola...e se proprio vogliamo dirla tutta se viviamo in una regione dove la qualità della vita è la più alta d'Italia è proprio perchè in tempi passati questa regione è stata governata da persone che al di la dell'appartenenza politica (PCI) hanno sempre avuto un grandissimo rispetto delle regole e dei cittadini. Ripeto se volete vi potete trasferire in Lombardia ed affidarmi nelle mani del Trota o della Minetti. Oppure a quelli che ogni 3 per 2 si fanno arrestare con le mazzette in mano.

  • Se in questo paese siamo riusciti a dare una laurea h.c. al simpatico, ma sgrammaticato ed improbabile Dottor Valentino Rossi, credo che anche Napolitano possa ricevere questo attestato di stima, del quale per altro non ha alcun bisogno e che tornerà assai più utile alla città che lo ospiterà ed alla facoltà concedente. In merito all'uomo ed alle sue idee egli, come moltissimi della sua generazione, le ha cambiate molte volte, in ragione degli eventi non trascurabili che hanno permeato il cosiddetto "secolo breve". Fascista e non di seconda schiera in gioventù, poi comunista convinto, indi "migliorista" ed infine esponente di un partito catto-comunista che vorrebbe essere la nuova D.C. ma che non riesce a liberarsi dagli ingombranti residui di un passato antagonista ed alternativo, rispetto ai valori del mondo occidentale e della democrazia. Pur non essendo assolutamente in sintonia con gli ideali che hanno accompagnato i 3/4 della sua vita politica, trovo l'uomo degno, rispettabile e decoroso, certamente migliore e non peggiore di tanti altri, per cui non vedo il danno che questo riconoscimento possa procurare.

  • Avatar anonimo di John Dorian
    John Dorian

    Personalmente penso che il ruolo di Napolitano nella politica estera sia un po' sopravvalutato (non mi ricordo di sue mediazioni in paci storiche o per scongiurare conflitti), ma è una persona per bene, onesta, leale, simpatica, pacata e a modo. Questo basta per la laurea a Forlì. La cosa che mi manda in bestia, e che è stata trascurata, credo, dagli altri commentatori, è il trafiletto di DIonigi, il Rettore. Ma come ? Schianti il polo romagnolo, decapiti economia, ci prosciughi scienze politiche (clonandola a bologna) crei un dipartimento a rimini così ridicolo fin dal nome che non oso pronunciarlo e ci vieni a dire che "l'università può e deve svolgere un ruolo da protagonista per concorrere al superamento del difficile momento attuale“. Ma ti dovresti vergognare. Se Napo

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Io non ho deciso nulla, nè mi interessa se sia competente o no in materia. Il mio appunto è sulla "honoris causa": io vedo ben poco onore nell'aver sostenuto pubblicamente che l'URSS, reprimendo nel sangue una protesta con i carri armati, stesse contribuendo alla pace nel mondo. Poi, che molte persone ritengano tali argomentazioni di stampo fascista accettabili quando a sostenerle è un "compagno", non è certo una novità. Ma, anche qui, c'è ben poco onore.

    • Mica gli danno una laurea per aver detto quella singola frase, gliela danno per come si e' occupato di politiche internazionali in tutta la sua carriera. Visto il suo curriculum, non mi sembra poi cosi' scandaloso. Piu' ridicoli sono i casi di lauree ad honorem date a personaggi come Vasco, Valentino Rossi, Pavarotti, ecc., che come ha acutamente notato Pony Nero vengono probabilmente date solo perche' l'Università faccia parlare di se'. En passant, sapevate che anche il berlusca ha avuto una laurea ad honorem in ingegneria (!) dall'Università di Calabria?

    • Avatar anonimo di Destro Piagnone
      Destro Piagnone

      Bon. Io ritengo che tutto quello che di buono ha fatto lui negli ultimi 55 anni superi, e di gran lunga, le vaccate che ha detto da giovane. Tu evidentemente ti sei fermato agli anni 50 e non oltre. Piccola postilla: se ti fermi a guardare le vaccate che chiunque ha detto o fatto da giovane (politico o no), ad occhio non salvi nessuno o quasi. Saluti

  • Avatar anonimo di Destro Piagnone
    Destro Piagnone

    Mascetti sei un grande. Se non sai cosa dire riguardo una persona fai un giro magari su wikipedia, già che sei connesso.

    • Avatar anonimo di Lello Mascetti
      Lello Mascetti

      già il fatto che lei consideri wikipedia una fonte attendibile è emblematico... comunque me ne frego dei curricula (per altro, nel caso specifico, non vedo NULLA di rilevante). "onore" e "tradimento", per me, non sono compatibili. e non c'è prescrizione. punto.

      • Avatar anonimo di Destro Piagnone
        Destro Piagnone

        E' vero che le uniche fonti attendibili sono Belpietro e Feltri, mi scusi ma a volte lo scordo... Onore, tradimento, il primo del mese deve essere la giornata della parole grosse

        • Avatar anonimo di Lello Mascetti
          Lello Mascetti

          Ho mai parlato o citato Belpietro o Feltri? Se la risposta è no, allora le sue battutine tristi da centro sociale se le può risparmiare... Ed anche leggendo la "sua" wikipedia, noterà che il sig napolitano non ha lavorato un giorno in vita sua. Ha fatto sempre e solo il politico, militando in un partito che è stato finanziato per decenni da una potenza straniera nemica. Dove stia il merito in tutto questo, vorrei proprio che me lo spiegasse. Magari per lei si è redento nominando Monti senatore a vita (in quanto membro dell'unica commissione europea costretta alle dimissioni per corruzione e nepotismo, lo meritava ampiamente, per non parlare della sua militanza in Goldman Sachs, Bilderberg, Trilaterale e via dicendo) e poi PdC...

      • peccato che le lauree H.C. vengano conferite proprio sulla base del cv degli insigniti!! P.S. con la sua (rispettabile) idea che una frase di 50 anni fa non è cancellata dai comportamenti di molti decenni, credo che il 70% degli attuali parlamentari dovrebbe essere internata, viste le boiate pazzesche che abbiamo sentito

        • Avatar anonimo di Pony Nero
          Pony Nero

          Lele, Lele, Lele! Solo il 70%?

  • Avatar anonimo di Destro Piagnone
    Destro Piagnone

    La metto giù semplice così vengo incontro a tutti. Circa 30-35 anni fa le migliori università europee ed americane si contendevano Napolitano perchè andasse a tenere conferenze e seminari di politica internazionale e questo nonostante fosse comunista, cosa che, in teoria, poteva precludere anche il solo sbarco in terra yankee. Oggi LiberaMente, Antonio M. e qualcun altro decidono che Napolitano non deve avere una laurea honoris causa in relazioni internazionali. Quindi ci sono tre possiblità: 1)Gli utenti del forum hanno constato di persona l'effettiva preparazione del presidente e gli hanno posto un esame scritto e orale sull'argomento e l'hanno trovata insufficiente 2)I docenti di Harvard, Yale e Berkley si erano bevuti il cervello 3)Qualche utente è contrario per motivi ideologici. A spanne io opto per la terza, poi, oh, magari qua dentro tra gli utenti ci sono Lucio Caracciolo e Carlo Jean e allora avete ragione voi.

    • ti ho risposto più giù....nell'altro post che mi hai fatto oggi!

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Se si riferisce a me, io detesto, tra gli altri cialtroni, anche Berlusconi.

    • quoto!

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Napolitano sosteneva che l'U.R.S.S., sparando con i carri armati sulla gente in Ungheria, contribuiva alla pace nel mondo. Forse, in qualche Casa del Popolo di periferia, c'è qualche anziano che la pensa come lui, ma una laurea ad honorem in Relazioni Internazionali mi sembra fuori luogo. Anche se, dopo il Nobel per la Pace a Kissinger,non ci si dovrebbe stupire più di nulla.

    • quoto!

    • Avatar anonimo di Destro Piagnone
      Destro Piagnone

      Chissà perchè i berlusconiani quando parlano di Napolitano devono tirare fuori quello che diceva nel 1956 come se fosse l'altro ieri. Sempre gli stessi che quando fai notare che Silvione era piduista e ospitava in casa un mafioso pregiudicato ti dicono "eh, ma era tanto tempo fa". Presidente, meno male che in Italia c'è ancora gente come lei...

      • Avatar anonimo di Lello Mascetti
        Lello Mascetti

        ipotizziamo che un membro del parlamento italiano appartenga ad un partito politico che, per molti anni, si sia fatto occultamente e lautamente finanziare da una potenza straniera nemica dell'italia. ipotizziamo che questa persona sia a conoscenza del fatto e lo accetti serenamente, vedendo in quella potenza straniera, nemica dello stato italiano, un modello di riferimento. lei come definirebbe questa persona? dopo averla definita, riterrebbe che tale persona meriti di proseguire nella carriera politica, di ricoprire la più alta carica dello stato (indirizzando la vita politica del paese ben oltre i suoi compiti istituzionali), di conseguire lauree ad honorem? se lo ritiene, allora anch'io saprò come definire lei. saluti

        • Sta parlando del gladiatore Cossiga, Mascetti?

      • Berlusconiano poi lo dai a tuo fratello!! Grazie!!

        • Avatar anonimo di Destro Piagnone
          Destro Piagnone

          Guarda che non dicevo a te, anche perchè il tuo commento non era comparso quando ho lasciato il mio. Il mio concetto è: crocefiggere una persona per una vaccata (perchè non ho dubbi sul fatto che fosse una vaccata) che ha detto 55 anni fa dimenticandosi tutto quello che ha fatto non negli ultimi 2 giorni ma negli ultimi 30-40 anni mi sembra poco saggio. Riguardo alla laurea in relazioni internazionali forse non sai negli anni 70 Napolitano andava a tenere conferenze e seminari ad Harvard (pur essendo comunista) proprio sulla politica internazionale. Cosa dici, due concetti di relazioni internazionali li sa mettere insieme? Poi oh, se tu e LiberaMente ne sapete di più di lui fate domanda all'Alma Mater

    • Avatar anonimo di luciana
      luciana

      la penso proprio come te .

Notizie di oggi

  • Sport

    La nuova Ducati è rossissima, carica Dovizioso: "Ho più fiducia. Possiamo essere eccellenti fin da subito"

  • Cronaca

    "Non vogliamo farvi nulla, vogliamo i soldi". Ma il colpo fallisce, tre in fuga

  • Cronaca

    Nell'auto il "kit del ladro" e droga occultata nell'abitacolo: terzetto non sfugge alla Polizia

  • Cronaca

    Castrocaro introdurrà la tassa di soggiorno: "Bisogna reinventarsi per non morire"

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

  • 10 anni fa la morte della piccola Alice, il padre: "E' cambiata la situazione? Sì, in peggio"

  • "Ufficio Sinistri": in centro a Forlì una birreria in onore del ragionier Fantozzi

  • Dopo 34 anni di attività lo storico supermercato ha abbassato le saracinesche

  • Cicloturista si schianta contro un'auto in sosta: è in gravi condizioni

Torna su
ForlìToday è in caricamento