Acif Forlì-Cesena, "imparare il francese, scoprire la cultura francese e francofona"

La nuova presidente dell'ACIF-FC, Marie-Line Zucchiatti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

 

L'ACIF, Associazione Culturale Italo- Francese di Forlì Cesena, ha rinnovato il proprio Consiglio Direttivo, nominando quale nuovo Presidente, la Dott.ssa Marie-Line Zucchiatti che insegna presso la Scuola di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori del Polo Universitario forlivese.

L'ACIF che è presente nel territorio forlivese dal 1978 è un'Associazione senza scopo lucrativo il cui principale obiettivo è di far conoscere la lingua francese e le culture francesi e francofone. Le attività che svolge sono di natura essenzialmente culturale e linguistica.

"Una delle grandi ricchezze dell'ACIF - dichiara la nuova Presidente - è costituita dal fatto che fra i soci compaiono molti professori di lingua francese e non, in attività o in pensione, delle scuole medie e superiori distribuite sul tutto il territorio provinciale. La partecipazione e la collaborazione di questi docenti è essenziale per le attività e le iniziative della nostra Associazione. In questo, l'ACIF di Forlì Cesena è rappresentativa di una volontà comune importante e l'intento futuro sarà di rafforzare questa rete e di aprirsi a nuove cooperazioni culturali, rinnovando i legami con l'Alliance Française di Bologna e ricercando nuovi contatti, con il mondo universitario e con le istituzioni e enti locali. A Forlì stiamo già collaborando con la Biblioteca Comunale Saffi, con il Centro per la Pace, con il Liceo classico G. B. Morgagni, che si sono dimostrati molto disponibili per l'organizzazione di diverse iniziative."

Purtroppo, da alcuni anni si assiste a una disaffezione verso lo studio della lingua francese dimenticando che a livello europeo la Francia è un importante partner economico dell'Italia e che, a livello mondiale, il francese è la lingua ufficiale di ben 33 paesi. E negli scambi culturali e commerciali la conoscenza del francese è importante, a titolo di esempio, citiamo un recente report del Centro Studi della Confindustria (aprile 2012) nel quale si legge che negli anni a venire, le PMI italiane svilupperanno in modo notevole le loro esportazioni verso i paesi emergenti fra cui quelli del Nord Africa come il Marocco, l'Algeria, la Tunisia dove, dopo l'arabo, la lingua principalmente parlata nelle amministrazioni per gli scambi commerciali è il francese. Ma ci sono mille ragioni per imparare il francese: per scoprire da vicino la letteratura, l'arte, il cinema, la moda, la cucina d'Oltralpe, perché è la terza lingua più usata su internet, perché da cinquanta anni a questa parte, il numero delle persone che parlano francese nel mondo si è moltiplicato per tre. Non vi è dubbio che per un Italiano, la conoscenza della lingua francese sia una carta da giocare in un curriculum professionale, in molti ambiti commerciali, culturali, a livello regionale, nazionale e internazionale.

In merito allo studio del francese, l'ACIF ricorda che si possono seguire, presso la sede dell'Associazione corsi di lingua di ogni livello e per tutte le età, e corsi di preparazione alle certificazioni DELF e DALF. In passato l'ACIF ha anche preparato ragazzi delle scuole elementari al "DELF prim", una certificazione istituita dal Ministero Francese della Pubblica Istruzione per chi studia francese come lingua straniera nella fascia d'età 6-10 anni.

La sede dell'ACIF Forli-Cesena si trova in Corso Mazzini, 122 Forlì (orari di permanenza: lunedì, mercoledì 17.30-19.00 - tel: 0543-923469).

Torna su
ForlìToday è in caricamento