Importò 25 kg di eroina e finì in carcere. Dopo 7 anni arrestato a Forlì

Un passaporto falso, alle spalle una condanna per spaccio e 7 anni di carcere. Un albanese classe 1979 è stato arrestato nella tarda serata di giovedì dagli agenti della squadra mobile

Redazione 27 ottobre 2012
6

Un passaporto falso, alle spalle una condanna per spaccio e 7 anni di carcere. Un albanese classe 1979 è stato arrestato nella tarda serata di giovedì dagli agenti della squadra mobile della questura di Forlì. Lo hanno avvistato mentre girava in auto per la città e hanno riconosciuto il suo volto. Così lo hanno pedinato e fermato. Ai primi controlli il passaporto albanese è parso essere falso perchè riportava il cognome con l'aggiunta di una lettera ed una data di nascita 'anticipata' di un anno. A quel punto per il 33enne sono scattate le manette.

Nel 2005 il giovane fu condannato a 7 anni di carcere perchè aveva importato 25 kg di eroina. Dopo gli anni dietro le sbarre per lui è scattato il decreto di espulsione nel marzo scorso. Ma la pattuglia dell'antidroga lo ha scovato a Forlì. Idocumenti falsi e il reingresso in Italia senza autorizzazione hanno portato all'arresto.
 

Annuncio promozionale

droga

6 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di stefano

    stefano ma è una notizia.....un arresto per un passaporto falso.....azzo che notizione

    il 28 ottobre del 2012
  • Avatar anonimo di stefano

    stefano Una notiziona..........rapportata al problema sicurezza attuale

    il 27 ottobre del 2012
  • Avatar di Longobard

    Longobard Questo e' un vero nostalgico........ Delle nostre carceri a 4 stelle naturalmente.

    il 27 ottobre del 2012
  • Avatar di beppe

    beppe Ecco un altro che contribuisce al PIL Italiano e ci pagherà le pensioni.

    il 27 ottobre del 2012
  • Avatar di Oscar

    Oscar Ecco un altro che finisce in carcere per la seconda volta a spese nostre per poi uscire nuovamente e proseguire nelle sue attività illecite...!

    il 27 ottobre del 2012
    • Avatar anonimo di stefano

      stefano con la magistratura attuale nulla sorprende

      il 27 ottobre del 2012