Aperte le porte del gioiello di Farinetti: "Questo è l'Eataly più bello d'Italia"

E' lo stesso Oscar Farinetti a guidare la stampa nel giro alla scoperta in anteprima del nuovo negozio Eataly che si sviluppa nei 2mila metri quadrati di palazzo Talenti Framonti

Ecco il mondo di Eataly. In tantissimi hanno atteso il taglio del nastro che è avvenuto sotto i portici davanti a palazzo Talenti Framonti poco dopo le 12 di martedì. E' stato lo stesso Oscar Farinetti a prendere la parola per primo presentato il nuovo negozio Eataly che si sviluppa nei 2mila metri quadrati del palazzo Talenti Framonti, spaziando tra vendita, ristorazione e didattica, con un fortissimo legame con la Romagna e le sue tradizioni enogastronomiche. Centinaia di persone erano accalcate per assistere all'evento più atteso dell'anno.

"Questo é l'Eataly piú bello d'Italia - ha esordito Farinetti -. Siamo contenti di essere qua. La Romagna é un territorio al quale sono legato moltissimo ed assomiglia alle langhe da dove provengo". "Il nocciolo del progetto è basato su quattro principi di base - ha proseguito -. In primis creare posti di lavoro e ora ne nascono almeno 50. Il secondo è ridare vita luoghi dimenticati. Eataly non ha mai messo un mattone nuovo dove è nato".

Un ringraziamento speciale a Pier Giuseppe Dolcini, al "grandissimo amico" Roberto Pinza, ma anche un "grandissimo ringraziamento alla Fondazione, che dà vita a luoghi dimenticati, creando posti di lavoro". Speriamo di essere stati d'esempio in Italia", aggiunge Farinetti. Poi un appello all'amministrazione: "Per i cittadini che chiedono una piazza piú viva bisognerà studiare un piano viabilità, con auto in piazza Saffi e rivedere le ztl".

IL VIDEO DELL'INAUGURAZIONE (di Cristiano Frasca)

"Si compie simbolicamente un passo importante di una grande impresa - sono le parole del sindaco Davide Drei -, ora Forlì può esser vista come un centro di cultura enogastronomia dell'Emilia Romagna. E' un grande passo per il lavoro di rivitalizzazione del centro storico e di Piazza Saffi, il piano della viabilità non è ingessato , insieme con i cittadini cercheremo di trovare la soluzione migliore". Drei non chiude a Farinetti, ma promette che si ragionerà insieme, poi durante i ringraziamenti si commuove. Oltre alle autorità sul palco anche la famiglia Silvestrini, socia al 50% e la famiglia di Giuliana Saragoni, con il marito, la figlia ed il cognato, gestori della storica 'Locanda Gambero Rosso di San Piero in Bagno, ed ora al timone della trattoria. La nipotina di Giuliana ha partecipato al taglio del nastro.

"Sono contento perchè ci troviamo di fronte ad un avvenimento che ci mette tutti d'accordo dopo averci pensato, ragionato e anche litigato - ha dichiarato Dolcini -. Avere Eataly significa poter disporre della cultura piú popolare dell'arte del mangiare. Cominciano da qui per dare vivacità a Forlí". "La città sta molto crescendo - ha sottolineato Pinza -. Tutto sta cambiando, dall'università al San Domenico ad esempio. Abbiamo un piazza straordinaria. Per troppi anni é stata vuota. E' un'occasione per farla tornare alla sua origine commerciale". "La Fondazione - ha chiosato il presidente - ha messo in campo un coraggio da leoni e investimenti notevoli. Farinetti é un grande difensore dell'Italia". Dal presidente della Camera di Commercio, Alberto Zambianchi, un ringraziamento per "avere inserito nella nostra grande piazza una catena mondiale del cibo".

Prima del taglio del nastro la benedizione di monsignor Dino Zattini e l'intervento della vedova di Tonino Guerra, Lora, che ha scherzato con Farinetti ricordando il marito ed ha presentato gli alunni della scuola che porta il nome di Guerra che hanno letto e cantato i versi del grande poeta romagnolo. Poi il taglio del nastro con spumante Ferrari, rigorosamente italiano. Gli ospiti sono stati accompagnati dentro per visitare Eataly, tra loro anche Vittorio Sgarbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • Non si vedeva da alcuni giorni, trovata senza vita in casa: addio alla storica bidella

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

Torna su
ForlìToday è in caricamento