Cacciatore salvato dall'infarto in una battuta in mezzo alla neve: complesso salvataggio

Una battuta di caccia poteva finire molto male per un cacciatore: isolato sull’Alto Appennino sopra Premilcuore, in mezzo alla neve e lontano dalle strade raggiungibili con mezzi normali. La sinergia di 118 e Soccorso Alpino, tuttavia, ha permesso di salvargli la vita

Una battuta di caccia poteva finire molto male per un cacciatore: isolato sull’Alto Appennino sopra Premilcuore, in mezzo alla neve e lontano dalle strade raggiungibili con mezzi normali. La sinergia di 118 e Soccorso Alpino, tuttavia, ha permesso di salvargli la vita. E’ quanto capitato nella mattinata di sabatoserena ma molto fredda. Una squadra di caccia di Montalto era partita per una battuta al cinghiale in località Montalto Vecchio, nel comune di Premilcuore.

> LA PARTENZA DELL'ELICOTTERO: IL VIDEO

Alle 9,45 un uomo, residente a Forlì di 80 anni, componente della squadra di caccia, comunica via radio ai suoi compagni di non sentirsi bene. I compagni accorsi sul posto, constatata la gravità della situazione, hanno subito attivato la centrale operativa del 118, che ha inviato sul posto sia l’ambulanza, partita da Premilcuore, sia  l’elicottero di soccorso da Ravenna. I sanitaria arrivati sul luogo si sono dovuti inoltrare a piedi per circa 500-600 metri all’interno del bosco innevato per raggiungere il paziente. Visto il luogo dell’evento è stata immediatamente attivata anche la stazione del Soccorso Alpino Monte Falco, competente in zona, per effettuare il recupero. E’ stata inviata  una squadra tecnica del Saer in reperibilità da Galeata che con l’aiuto di un volontario di Premilcuore ha raggiunto il luogo.

I sanitari, stabilizzato il paziente e diagnosticato un possibile infarto, hanno consegnato al Soccorso Alpino il paziente per il recupero, lungo un sentiero innevato effettuato con una barella portantina. L'uomo è stato quindi accompagnato all’elicottero e condotto all’ospedale Pierantoni di Forlì con una codice di massima gravità.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento