Creano pezzi unici solo con materiali di riciclo: la sfida di due forlivesi

Pezzi unici, realizzati esclusivamente a mano e solamente con materiali di riciclo. E' la sfida di due giovani forlivesi, Sara Mengozzi e Valentino Rambaldi, 31 anni, che hanno creato il marchio IngeniumSoul S&V

Foto tratta da Facebook

Pezzi unici, realizzati esclusivamente a mano e solamente con materiali di riciclo. E' la sfida di due giovani forlivesi, Sara Mengozzi e Valentino Rambaldi, 31 anni, che hanno creato il marchio IngeniumSoul S&V: “Nasce dall'idea di creare cose alternative da oggetti che ci circondano nella vita di tutti i giorni, tutti gli oggetti hanno un anima ma solo chi ha un anima alternativa e unica riesce a vedere forme diverse degli oggetti. Da qui nasce il nome Ingenium Soul: Ingenium dal latino 'talento innato' Soul dall'inglese 'anima'”. Il talento innato dell'anima dunque. 

Sara è disoccupata dopo 10 anni di gestione dell'azienda agricola di famiglia, che ha lasciato per motivi personali, Valentino è infermiere all'Ausl di Ravenna. “Questa passione è nata per scherzo ad aprile di quest'anno – racconta lei a ForliToday - il mio compagno (lui è il vero artista dei due) un giorno ha fatto un anello di matite (pastelli) e me l'ha regalato, una cosa strabiliante.  Senza parole, ho caricato la foto sul mio profilo Facebook e tutte le amiche mi hanno detto che anche loro lo volevano. A quel punto mi si è 'accesa una lampadina', da lì il simbolo del nostro logo, e abbiamo dato libero sfogo alla creatività”. 

“Da sempre ricicliamo qualunque cosa. Non buttiamo mai via niente, perchè pensiamo che tutto possa servire, non esiste un oggetto che non possa cambiare forma e vivere una seconda vita”, racconta Mengozzi. Così è nata quella che per ora è solo una passione, “ma nella vita non si puo' dire mai”. E' così che sono state create le collane fatte con cucchiai unici nel loro genere, le caffettiere trasformate in diffusori e i quadri vintage portafoto, fatti con i sacchi di caffè in juta, con la canapa e con stoffe vintage, tutte cose di riciclo.

Il pezzo forte restano le creazioni con la matite, “quelle che più ci danno soddisfazione: pensare che da un mozzicone che finirebbe nel bidone (chi non ha astucci pieni di pastelli che non usa dalle elementari?) possa nascere una piccola opera d'arte, come un anello, un bracciale, o degli orecchini è davvero incredibile. Ogni pezzo è unico, ed è stato ideato e lavorato con pazienza, precisione e creatività”. “Tutti gli oggetti che creiamo si trovano sulla nostra pagina Facebook e si possono acquistare  nei mercatini che facciamo o anche via mail”, conclude Mengozzi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

Torna su
ForlìToday è in caricamento