Tison e Irst, una cena di beneficienza a favore della Tanzania

Venerdì 19 ottobre, al Circolo Tennis "Villa Carpena" di Forlì, si terrà una serata a sostegno dell'associazione "Vittorio Tison" e dei suoi progetti sanitari in Tanzania

Una cena per dar forza ai progetti di ricerca, prevenzione e cura dei tumori in Africa sub-sahariana. Si terrà, infatti, venerdì 19 ottobre alle 20.30, nella bella cornice offerta dal Circolo Tennis “Villa Carpena”di Forlì, una serata conviviale per raccogliere fondi in favore dei progetti sanitari che l’Associazione Vittorio Tison ha attivato in particolare in Tanzania.

La partecipazione prevede il versamento di una quota di 35 euro, un terzo dei quali saranno utilizzati per proseguire nella realizzazione degli obiettivi della onlus nata nel 1999 e presieduta dal prof. Dino Amadori. La serata permetterà, inoltre, di conoscere meglio i progetti in essere e quelli futuri in Tanzania dove è forte il sostegno offerto allo studio, alla prevenzione e alla cura dei tumori.

 Nata nel 1999 dalla volontà di alcuni amici e colleghi nel ricordo del dott. Vittorio Tison, stimato anatomo-patologo faentino scomparso prematuramente, l'Associazione è presieduta dal Prof. Dino Amadori e opera in Tanzania con lo scopo principale di promuovere iniziative culturali e scientifiche di solidarietà, soprattutto in campo oncologico; un campo nel quale interviene grazie anche al prezioso supporto volontario dei medici e dei professionisti dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori - IRST IRCCS.

 In Tanzania, il dottor Tison aveva dato un notevole contributo alla realizzazione di un Dispensario Poliambulatorio a Mbweni e l’Associazione, sin dall’inizio della sua fondazione, ha voluto portarne avanti idee e progetti. E’ nato così, nel 2000, all’interno dell’ospedale cittadino “Bugando Medical Center” di Mwanza – città situata nella parte occidentale della Tanzania – il Laboratorio di Anatomia Patologica fortemente desiderato dal dottor Tison e a lui intitolato.

 Un altro importante progetto, realizzato grazie anche all´impegno dell´IRST IRCCS di Meldola, dello IOR – Istituto Oncologico Romagnolo e dello IOV – Istituto Oncologico Veneto, è la realizzazione e l’avvio già da gennaio 2009 dell’Unità Oncologica del “Bugando Medical Center”. L’associazione sostiene a tale scopo la formazione di medici tanzanesi nella disciplina medica oncologica, finanziando loro la permanenza in Italia per tutta la durata del corso di specializzazione nelle università di Ferrara e Padova e dando loro la possibilità di svolgere il tirocinio formativo all’IRST. Per garantire supporto e continuità dell’assistenza oncologica a Mwanza, l’Associazione garantisce un turn over di oncologi italiani che ogni 20-30 giorni partono per assicurare la copertura del servizio durante l´intero anno.

Notevole è poi l’impegno dell’Associazione Tison nell’ambito della prevenzione. Da quest’anno è stato avviato il “Progetto Vanda”, un piano di controllo mirato alla diagnosi oncologica precoce nella popolazione femminile. Le attività del progetto, coordinate dal dott. Nestori Masalu (Bugando Medical Center), a oggi hanno permesso di sottoporre a screening ben 1.500 donne nei vari distretti di Mwanza e nei dintorni del capoluogo tanzanese.

 Tra i prossimi obiettivi dell’Associazione, indubbiamente impegnativo quanto significativo, è il completamento del padiglione dedicato ai malati oncologici del Bugando Medical Center, dove saranno collocati locali per l’assistenza e la terapia in regime di ricovero e Day Hospital. Nella nascente struttura del Polo Oncologico saranno inoltre presenti un Servizio di Medicina Nucleare e un’Unità di Radioterapia dove sarà collocato un acceleratore lineare donato da un’azienda biomedicale.

 
Info sulla serata:
Circolo Tennis Villa Carpena - via Brando Brandi, 69 - Forlì
Per motivi organizzativi è gradita la prenotazione allo 0543.739041 o al 347.9471124

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, oltre 30 positivi in più. Un morto a 'Villa Serena': scattano le massime misure di sicurezza

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

Torna su
ForlìToday è in caricamento