L'Artigianferro di Galeata entra tra le aziende cardio protette

L'azienda di Galeata ha installato il defibrillatore semi-automatico e ha provveduto a fare il corso blsd

Anche l’Azienda Artigianferro di Galeata si è cardio protetta in quanto ha aderito al progetto del Poliambulatorio Medoc "Romagna cardio protetta” installando al suo interno un defibrillatore semi-automatico e ha eseguito il corso blsd necessario per essere abilitati all’utilizzo dello strumento. L’Artigianferro di Galeata, azienda che fa parte della Società della Cangialeoni Group e che opera nel settore metalmeccanico sin dal 1978 (specializzata nella produzione di componentistica metallica di serie) ha un ’attività produttiva rivolta ad importanti realtà aziendali nazionali ed estere operanti nel settore metalmeccanico e ad oggi ha raggiunto elevati standard qualitativi. Il defibrillatore è stato consegnato da Susanna Schiavone, responsabile del progetto “ Romagna cardio protetta” alla signora Laura Cangialeoni, rappresentante della direzione dell’azienda Artigianferro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incidente di caccia tra Dovadola e Rocca, ragazzo trasportato in elimedica al Bufalini

  • Cronaca

    Madonna del Fuoco, è tempo di Novena. E il 4 febbraio messa con monsignor Erio Castellucci

  • Cronaca

    Sale al terzo piano di un condominio: "Non mi pagano" e minaccia di gettarsi di sotto

  • Cronaca

    E' morta a Roma Virginia Paulucci Di Calboli: aveva 97 anni

I più letti della settimana

  • Bussa nudo ad una porta, poi sparisce nel nulla: ritrovato in una scarpata

  • Furgone sospetto in A14: non poteva circolare, maxi-multa al proprietario

  • Una sportellata fra auto scatena la lite al parcheggio dell'iper. E spunta anche un coltello

  • Incidente di caccia tra Dovadola e Rocca, ragazzo trasportato in elimedica al Bufalini

  • Le fiamme si sviluppano in cucina, danni in un ristorante e pizzeria

  • Acquisivano aziende in crisi e facevano operazioni per 200 milioni con false garanzie: sfilza di arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento