Gara nazionale degli istituti alberghieri, in finale anche tre studenti dell'Artusi di Forlimpopoli

Prestigiosa ribalta per tre studenti dell’Istituto “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli che dal 13 al 16 maggio parteciperanno alla Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri organizzata ed ospitata dall’IPSSAR “Giuseppe Maffioli” di Castelfranco Veneto

Prestigiosa ribalta per tre studenti dell’Istituto “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli che dal 13 al 16 maggio parteciperanno alla Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri organizzata ed ospitata dall’IPSSAR “Giuseppe Maffioli” di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso. I migliori alunni iscritti al 4^ anno del corso di enogastronomia, di sala e vendita e di accoglienza turistica si sfideranno, ognuno nel rispettivo indirizzo, prima in una prova progettuale e poi in una prova pratica. Nella sezione cucina, toccherà a Luigi Cervone, classe 4^F, cimentarsi nell’elaborazione di un menù suddiviso in quattro portate che rappresenti la tipicità della regione Veneto, inserendo la ricetta da realizzare nella prova pratica, unitamente a indicazioni sull’apporto calorico-nutrizionale, sul calcolo dei costi e un suggerimento sul relativo prezzo di vendita. Mentre nella prova operativa, il giovane aspirante chef dovrà realizzare in novanta minuti un antipasto o un primo piatto o un secondo avente come ingrediente principale l’asparago bianco e/o verde a marchio di tutela dell’origine geografica e inserendo nella ricetta una proteina a scelta tra la trota o lo storione del Sile o la quaglia. Sarà, inoltre, possibile per il candidato utilizzare un ingrediente a marchio DOP o IGP della propria zona di provenienza.

Nella sezione sala e vendita, per la prova progettuale Samuele Rossi, classe 4^C, dovrà invece redigere un menù di quattro portate che valorizzi i prodotti della regione Veneto, offrire una breve descrizione dell’organizzazione dell’evento, stabilire le tipologie di servizio e le attrezzature necessarie, formulare l’abbinamento cibo-vino per ogni portata del menù, utilizzando vini veneti DOP e predisponendo anche il servizio degli aperitivi con il calcolo alcolemetrico, dei costi e il valore energetico. Dopo aver svolto un test sui prodotti utilizzati nella prova pratica di sala-bar, il candidato dell’Artusi sarà poi alle prese con la realizzazione di un cocktail internazionale sorteggiato tra una lista di dodici, illustrerà i suoi aspetti storici e merceologici con le principali caratteristiche degli ingredienti utilizzati. In più, durante la prova di bar, l’alunno dovrà anche interagire in lingua inglese descrivendo il cocktail, gli ingredienti e le dosi della ricetta, rispondendo a quesiti inerenti sia alla sfera personale che all’esperienza professionale.

Non solo, il candidato forlimpopolese dell’indirizzo di sala e vendita dovrà dare prova di professionalità anche nella realizzazione e spiegazione di una mise en place relativa ad un menù proposto dalla commissione giudicatrice e nella prova di enologia si cimenterà nella presentazione, stappatura, servizio e analisi sensoriale di un vino tra i più pregiati della regione Veneto. Davide Marzelli, classe 4^B dell’Istituto forlimpopolese, sfiderà gli altri finalisti della categoria accoglienza turistica nella progettazione e realizzazione di un elaborato promo-pubblicitario per una struttura ricettiva e nella prova pratica, dopo aver affrontato un role playing in lingua inglese riguardante le operazioni relative al booking, al check-in, alla permanenza e al check-out del cliente, illustrerà un itinerario turistico sulle principali attrattive turistiche ed enogastronomiche di alcune mete del territorio trevigiano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento