L'Istituto Artusi alla scoperta del Negroamaro e della penisola salentina

L’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli accende la voglia d’estate con una serata all’insegna dei sapori e dei profumi dell’assolata terra del tacco d’Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

L’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli accende la voglia d’estate con una serata all’insegna dei sapori e dei profumi dell’assolata terra che dal tacco d’Italia risale fino al territorio brindisino, il Salento. L’evento in programma venerdì 24 maggio alle ore 19.45 presso la grande sala dei ricevimenti dell’Istituto celebrerà la passione per la terra della taranta e, in particolare, per quel vitigno autoctono a bacca scura dal profumo intenso a fruttato che tanto la caratterizza, il Negroamaro. La serata è organizzata dall’Associazione “deGusto Salento” in collaborazione con Ais Romagna con l’obiettivo di promuovere e stimolare l’interesse verso il “vitigno tra i due mari”, accrescendo la conoscenza su questo vino in un contesto formativo di elezione quale l’Istituto Alberghiero forlimpopolese, vera e propria fucina di giovani talenti, futuri professionisti della ristorazione e della sommellerie.

Nel corso della serata si alterneranno workshop e degustazioni, coniugando approfondimenti tecnici e degustativi che fondendosi nel bicchiere racconteranno una storia fatta di grappoli d’uva, una storia di vento, di sole, di mare e di uomini forti. A condurre gli ospiti alla scoperta delle varietà dei rossi e dei rosati ottenuti dal vitigno autoctono dell’estremo lembo d’Italia saranno Ilaria Donateo, presidente di “deGusto Salento” e Ilenia Gigante, sommelier Master Alma Ais, che accompagnerà i presenti nelle degustazioni di nove vini selezionati e presenterà le aziende produttrici. Il progetto rientra nell’attività di promozione perseguita dall’associazione del Negroamaro che, nata nel 2014 e cresciuta nel tempo, ora raggruppa 19 realtà produttive, unite sinergicamente dal desiderio di comunicare il territorio, diffondendo le potenzialità del vitigno che ne costituisce il cuore pulsante e insieme dei prodotti della penisola salentina, che si estende dalla punta più a sud dell’area jonico-tarantina fino al brindisino.

Oltre all’aperitivo di benvenuto, in abbinamento ai vini, gli studenti dell’Istituto Alberghiero, coordinati in cucina e in sala dai loro docenti chef e maitre, proporranno e serviranno tre piatti della tradizione salentina. Si comincia con orecchiette al sugo con polpettine e cacioricotta, seguite da coscio di capretto al profumo di Salento con verdure estive al forno per concludere con tenerina ripiena ai lamponi e cioccolato bianco con tartare di fragole fresche. Ma a farla da padrone saranno le note fruttate e intense del Negroamaro che lasceranno impresse nel palato le tracce di un percorso di qualità costruito, giorno dopo giorno, da aziende che credono, con orgoglio, nelle potenzialità della propria uva autoctona e nell’hashtag #wearenegroamaro si identificano. Contributo per la serata: €45 per i non Soci Ais e €40 per i Soci Ais. Info e prenotazioni presso Istituto Alberghiero “P. Artusi” Forlimpopoli 0543 – 740744.

Torna su
ForlìToday è in caricamento