La vita ai tempi del Coronavirus - La nonna: "Dopo 55 giorni ho riabbracciato la mia nipotina di 4 anni, che stretta al cuore"

"Finalmente dopo 55 giorni, ho riabbracciato la mia nipotina, 5 anni a giugno, l'ho  stretta forte, il cuore impazzito in un vortice  di emozioni. Poi dopo l'abbraccio ci siamo guardate negli occhi"

Per mandare il tuo pensiero o testimonianza: redazione@romagnaoggi.it (indicare la città)

Finalmente  dopo 55 giorni, ho riabbracciato la mia nipotina, 5 anni a giugno,  l'ho  stretta forte, il cuore impazzito in un vortice  di emozioni.
Poi dopo l'abbraccio ci siamo guardate negli occhi, l'unica  parte visibile del nostro volto nascosto dalla mascherina e qui ci siamo ritrovate.
Ci siamo prese per mano e all'improvviso ogni pensiero brutto, ogni preoccupazione, ogni sconforto spariti! E vero che in questi lunghissimi  giorni ci siamo sempre videochiamate e a distanza abbiamo giocato , disegnato, chiacchierato e lei mi diceva spesso: “Quando non ci sarà più  questo brutto virus, ritorno a casa tua vero? “ e il mio cuore si stringeva in una morsa di dolore. Non sempre è  stato facile trovare le parole giuste per darle quella certezza.

Mano nella mano, Sempre con la nostra mascherina abbiamo perlustrare la casa e riscoperto i giochi di cui non si ricordava più. Abbiamo pranzato insieme, lei in sala con mamma e papà,  io col nonno in cucina, il dialogo rimbalzava da una stanza all'altra e la casa era di nuovo piena di vita. Abbiamo usato tutte le precauzioni necessarie, non sempre è stato facile. Ma abbiamo cercato di sdrammatizzare mettendo le mascherine anche alle bambole, riempiendo la casa con le regole di comportamento da adottare in questo momento che abbiamo scritto e disegnato insieme. Poi è arrivato per lei il momento  di tornare a casa  è la tristezza ha preso il posto dell'allegria. Ma è stato un breve momento perché ci siamo salutate con la promessa che ci saremmo viste prestissimo. Quando ho chiuso la porta lo sconforto e l’insicurezza per il domani sono tornati ma so che con la mia nipotina al fianco sarà meno dura.

Nonna Franca