L’ex campo nomadi di Durazzanino ospiterà gli animali del Foro Boario: al via il ripristino

Al termine dei lavori saranno trasferiti gli animali attualmente ospitati al Foro Boario, in quanto nella storica struttura sono previsti interventi di recupero

Sono stati affidati alla ditta "Decoratori, verniciatori e affini" di Luciano Battani i lavori di ripristino di una porzione di fabbricati nell’ex campo nomadi di Durazzanino. Il costo della manutenzione è di poco più di 27mila euro, precisamente come viene riportato nella determinazione del 23 luglio scorso di 27.838,96 euro. Al termine dei lavori saranno trasferiti gli animali attualmente ospitati al Foro Boario, in quanto nella storica struttura sono previsti interventi di recupero che prevedono - si legge nel documento - "lo smantellamento di alcune tettoie contenenti amianto".

Per la riqualificazione del Foro Boario l'ex giunta guidata da Davide Drei l'11 settembre scorso aveva approvato il progetto di fattibilità tecnica-economica dei lavori che prevedono la riqualificazione e il risanamento conservativo delle tettoie in ghisa, la realizzazione del parcheggio pubblico di pertinenza e opere di manutenzione straordinaria delle palazzine, dell'importo complessivo di 2 milioni di euro, di cui 1.671.500 "per lavori e oneri per la sicurezza in appalto, definiti privi di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, paesaggistico, agronomico e forestale, storicoartistico, conservativo, nonché tecnologico, il cui responsabile unico del procedimento è l'ingegner Gianluca Foca".

Con determinazione del 2 agosto, l'ufficio Servizio Edifici Pubblici del Comune di Forlì ha affidato il servizio di redazione della relazione geologica dei lavori di riqualificazione allo studio "Venturini e
associati Studio Di Geologia". L'ex amministrazione comunale aveva partecipato ad un bando nazionale per la riqualificazione delle periferie degradate, ottenendo 600mila euro per il rifacimento delle facciate e 300mila per l'area verde del parco provenienti per la maggior parte dalle casse del Ministero e per una piccola parte da quelle del Comune.

Recentemente la storica struttura ha ospitato una tappa del tour "Fai Brumotti per l’Italia”, un viaggio in bicicletta che ha visto il campione internazionale e inviato di "Striscia la Notizia" Vittorio Brumotti andare alla scoperta dell’Italia più bella.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento