Libri e materiale scolastico per i meno abbienti: si rimette in moto la macchina della solidarietà

Osserva al riguardo Rosaria Tassinari, Assessore alle politiche sociali del Comune di Forlì: “Per l’anno 2019 sono destinati complessivamente 25.000 euro per la realizzazione del progetto"

Il Comune di Forlì ha confermato anche per l’anno scolastico 2019-2020 la collaborazione con la Croce Rossa Italiana, Comitato di Forlì, e con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì per la realizzazione del progetto di contrasto alla povertà denominato “fondo scolastico di solidarietà” relativo all’acquisto di libri e di materiale didattico per gli studenti appartenenti a famiglie segnalate dai servizi sociali, residenti nel territorio comunale. L’individuazione dei nominativi è effettuata dal Servizio Sociale del Comune di Forlì tra nuclei familiari che abbiano figli minori frequentanti scuole elementari, medie, superiori, in condizioni di disagio socio-economico. E’ attivo presso la sede del Comitati CRI di Forlì uno sportello dedicato ai suddetti nuclei familiari per la consegna dei libri di testo e del materiale didattico.

Osserva al riguardo Rosaria Tassinari, Assessore alle politiche sociali del Comune di Forlì: “Per l’anno 2019 sono destinati complessivamente 25.000 euro per la realizzazione del progetto in questione con una ricaduta, in termini di interventi realizzati, che coinvolge oltre 250 studenti. Ringrazio la Croce Rossa e Fondazione Cassa di Risparmio che hanno reso possibile il progetto.”

Nel quadro di questa iniziativa si inserisce anche l’organizzazione di giornate di raccolta di materiale scolastico nuovo (es. quaderni; penne; colori; ecc.) ad opera dei Volontari della Croce Rossa Italiana in collaborazione con alcuni supermercati CONAD di Forlì, Castrocaro e la Direzione del Centro Commerciale Punta di Ferro. "Questa iniziativa appare particolarmente significativa in quanto funzionale al superamento in concreto delle possibili diseguaglianze tra gli studenti di Forlì determinate dalla differente condizione economica delle famiglia d’appartenenza e quindi utile a contrastare eventuali forme di discriminazione che spesso sono alla base del fenomeno del bullismo e dell’abbandono scolastico", conclude l'assessore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

  • Far west nella notte in centro storico a Forlimpopoli, i banditi assaltano un Bancomat

Torna su
ForlìToday è in caricamento