Lions Club per promuovere la diversità

Il primo service realizzato dal nuovo consiglio del Lions Club Forlì Giovanni De’ Medici ha una finalità davvero speciale: promuovere la diversità e riflettere sul valore della disabilità. Questo è infatti il concetto che sta alla base del progetto sostenuto dal Club, “King, il cavallo dagli occhi di sole”

Il primo service realizzato dal nuovo consiglio del Lions Club Forlì Giovanni De’ Medici ha una finalità davvero speciale: promuovere la diversità e riflettere sul valore della disabilità. Questo è infatti il concetto che sta alla base del progetto sostenuto dal Club, “King, il cavallo dagli occhi di sole” e promosso dall’Associazione “Raggio di Sole”, con la collaborazione di vari enti e organismi. Il progetto comprende varie attività, artistiche, educative e teatrali.

In che cosa consista l’iniziativa lo spiega Emanuela Briccolani, Presidente del Lions Club : ”Collaboriamo al progetto perché siamo convinti che anche attraverso la storia di King, - cavallo divenuto cieco in seguito al contatto con sostanze nocive ma addestrato ugualmente e ogni giorno cavalcato dai ragazzi disabili -, la società in cui viviamo possa comprendere il grande valore della “diversità”. Ogni essere umano ha dei “talenti”, dei doni che devono essere messi al servizio della comunità, per il bene di tutti.”

La fase artistica si concretizza in una mostra itinerante di opere d’arte, la cui inaugurazione avverrà martedì 2 luglio a Terra del Sole, nel palazzo dei Commissari, alle ore 18,30. Trenta artisti esporranno gratuitamente le loro opere, ispirate a King, sotto la direzione artistica di Giuseppe Bertolino. La mostra, aperta fino al 10 luglio, dalle 16,00 alle 21,00, si sposterà poi in altre città d’Italia portando ovunque questo messaggio di solidarietà.

Riguardo alla fase educativa, un rappresentante dell’Associazione “Raggio di Sole” incontrerà nelle scuole gli studenti ed assieme a loro avvierà una riflessione sul concetto di diversità come bene prezioso e valore per la società odierna. La fase teatrale comprende invece uno spettacolo di burattini (il 6 luglio) e una rappresentazione teatrale (il 4 luglio) sulla storia di King, che a un passo dall’abbattimento vede trasformare la sua menomazione in opportunità per i ragazzi disabili che frequentano ogni giorno il maneggio e che così possono, con lui, svolgere attività riabilitative e ludico – motorie, importanti per lo sviluppo della propria personalità.

Una storia, dunque, che diventa una favola dal lieto fine, in cui il dolore è sconfitto, il dramma superato grazie alla determinazione di chi ama e si prodiga con tenacia nell’aiuto, facendo diventare risorsa quello che fino a poco prima era considerato handicap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento