"Log Off #4" , mostra collettiva d’arte contemporanea e laboratori sul digitale

"Immaginare in modo più naturale e soggettivo ci porta un sicuro benessere. Meditare su di noi attraverso le opere per degli artisti e all’interno dei laboratori proposti ci può donarci spazio e maggiore consapevolezza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Il suggestivo oratorio di San Sebastiano a Forlì ospiterà da Sabato 29 Marzo a Domenica 7 Aprile 2019, "LOG Off #4" , mostra collettiva d’arte contemporanea e laboratori a cura di" CRAC Centro in Romagna Ricerca Arte Contemporanea". Inaugurazione: venerdì 29 Marzo ore 18. "Il progetto nasce dalla constatazione dell’invadenza della comunicazione via internet nella nostra vita quotidiana - spiegano i curatori di CRAC. - Come persone siamo sovraccaricate da miriadi di input che arrivano ogni giorno attraverso i media e soprattutto dai social media. In questa ulteriore edizione di LOG Off, dopo i buoni riscontri di Fusignano, Lugo e Bagnacavallo, desideriamo nuovamente stimolare le persone a trovare tempi e modi per distaccarsi temporaneamente da ogni media e a ritrovare un contatto diretto e più empatico, uno spazio interiore e un più lento soffermarsi all’ascolto e alla visione. Immaginare in modo più naturale e soggettivo ci porta un sicuro benessere. Meditare su di noi attraverso le opere per degli artisti e all’interno dei laboratori proposti ci può donarci spazio e maggiore consapevolezza come solo l’arte sa fare. Infine, coi bambini e i ragazzi sperimenteremo in modo giocoso la necessità di prestare attenzione alla rete e a come farne part".

In mostra ci saranno opere di Alessia Agnoletti, Roberta Baldaro, Rosa Banzi, Silvio Canini, Antonio Caranti, C37 Onofri-Danesi + Gale, Collettivo Instabile Morelli Mazzesi, Linda De Luca, Fausto Ferri, Gianni Mazzesi, Maria Giovanna Morelli, Natascia Rocchi, Davide Sapigna e Loretta Zaganelli. Durante il periodo di apertura della mostra, che sarà visitabile fino al 7 Aprile, saranno poi proposti due laboratori,

Domenica 31 Marzo. “Like e amicizie”

Domenica 31 marzo, ore 10.00 - 12.30 Laboratorio dedicato ai ragazzi in età 9-11 anni (4°e 5° elementare e 1° media inferiore). Condotto dall’artista Alessia Agnoletti presso l’Oratorio S.Sebastiano e preceduto da una visita guidata per i bambini con la collaborazione di Rosa Banzi, artista e presidente di CRAC. Il Laboratorio è ispirato a “Questa è una storia preziosa”, un’opera di Alessia Agnoletti esposta, che ricorda come sia necessario fare attenzione nella scelta delle proprie reti di amici su internet. Quali sono i contatti importanti della mia rete? Quale filo scelgo per tenerli insieme? Quale bozzolo sono io e quali i miei amici nella ragnatela? I ragazzi saranno liberi di rappresentare le relazioni e gli amici di internet o altri amici con i bozzoli di bambagia, fili di lana o di spago. Il lavoro che realizzeranno rifletterà indirettamente la loro cura nel tenerli insieme in una trama; la fragilità dei fili imporrà ai ragazzi di scegliere un attento gioco d’incastri e di inserire i bozzoli nel posto giusto. Vengono messi a disposizione materiali essenziali e “puliti”: telaietti di legno, bambagia, filo di lana, di cotone o di spago, per comporre intrecci personalizzati. Prenotazione indispensabile - Ingresso ad offerta libera.

“Le Fotografie del cellulare; dallo scatto compulsivo allo scatto meditato”

Domenica 31 marzo, 15.30 - 18.00 a cura di Gianni Mazzesi e del Collettivo Instabile Morelli Mazzesi Riconnettersi con l’immagine del mondo. Con le proprie storie. L’immagine è soltanto una fotografia? Ma poi, sono io? Ma perché ho così tante foto nel cellulare? Ma quale foto ho nel mio portafogli? E quante ne ho nelle mie memorie? Ma ora che ho la memoria quasi piena, quale fotografie eliminare? Prenotazione indispensabile - Ingresso gratuito.

Torna su
ForlìToday è in caricamento