Accetta la sfida degli amici: corre nel cortile di casa e in 4 ore completa una maratona

Nei giorni scorsi si era già cimentato in un allenamento sulla distanza della mezza maratona attorno a casa. Stuzzicato dagli amici ha voluto mettersi nuovamente alla prova

Ha accettato il guanto di sfida lanciato per gioco dagli amici su una chat Whatsapp. "Se nel riminese c'è chi ha completato una mezza maratona nel balcone di casa, tu devi fare la maratona nel cortile". Detto, fatto. Lunedì Luca Pezzi, 29 anni di Castrocaro, ha indossato le scarpe da jogging, sfidando le temperature tutt'altro che primaverili per completare una distanza di 42.250 metri. In 4 ore 22 minuti e 57 secondi, ha raggiunto l'obiettivo, bruciando ben 2.500 calorie. Tempo medio per chilometro: 6 minuti e tredici secondi.

Nei giorni scorsi si era già cimentato in un allenamento sulla distanza della mezza maratona attorno a casa. Stuzzicato dagli amici ha voluto mettersi nuovamente alla prova. "Per calcolare il percorso ho utilizzato un orologio con gps, impostando come obiettivo la distanza di 42,25 chilometri. Il percorso attorno casa è di circa 180 metri, considerando che ho un ampio spazio".

Pezzi si è quindi fissato un obiettivo: "Era una distanza che non avevo mai completato, neanche camminando. Il fatto che mi trovavo in casa mi ha dato tranquillità, perchè nel caso in cui avessi avuto un infortunio bastava aprire la porta che ero già al coperto. Dall'altro canto mentalmente è stato più difficile, perchè il tempo sembra non passare mai e vedere sempre le stesse cose girando attorno non aiuta. Ma sapevo che per quattro ore dovevo fare questa cosa e mi ci sono messo d'impegno".

La sfida è iniziata lunedì pomeriggio: "Volevo partire al mattino, tuttavia c'era un vento freddo. Ho iniziato alle 14.30. Non era caldo come nei giorni scorsi, ma ho indossato un abbigliamento tecnico più pesante e non ho avuto particolari problemi". Luca è da sempre appassionato di sport: "Mi alleno quasi tutti i giorni da quando ho 14 anni - confessa -. Ho iniziato col ciclismo amatoriale, poi nell'ultimo anno ho iniziato con i tre sport del triathlon. Il nuoto nella piscina di Forlimpopoli, la corsa e bici". Tra gli obiettivi c'è quello di partecipare al Mezzo Ironman della Romagna in programma a metà settembre: "Vedremo se si farà. Prima dell'emergenza mi allenavo con un mio collega".

La preparazione continua: "Il mio preparatore ha realizzato delle tabelle, con allenamenti anche indoor. Inoltre continuerò con la corsa attorno a casa". Luca lavora come collaborazione di agenzia presso "Romagna Case" di Forlimpopoli e in questi giorni sta proseguendo la sua attività con lo smart working, anche se limitata: "In questo momento così particolare fare attività fisica è utile per allenare non solo il corpo, ma soprattutto la testa. Serve per superare queste giornate che possono anche essere pesanti psicologicamente". I colleghi di lavoro si sono complimentati col 29enne: "E' un gesto davvero incredibile che dovrebbe motivare tutti noi. Quando c'è la volontà non esiste il "non posso"".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Il coronavirus continua ad uccidere nel Forlivese. Quasi mille contagiati in provincia

  • La vita ai tempi del Coronavirus - Una dipendente di un market spiega tutti i comportamenti sbagliati dei clienti

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

  • Coronavirus, ancora morti nel Forlivese: tre vittime nelle ultime 24 ore. Oltre 900 casi in provincia

  • Coronavirus, un altro morto a Forlì. In città superati i 200 casi. E in provincia sono 775

Torna su
ForlìToday è in caricamento