Luci a San Siro per i 50 anni della 'Pianta'

Mezzo secolo di attività, diecimila giovani formati alla nobile arte pedatoria, e da ultimo persino una partita disputata allo stadio “Meazza” di Milano Fondata nel 1960 dall’allora parroco di Santa Maria Assunta

Mezzo secolo di attività, diecimila giovani formati alla nobile arte pedatoria, e da ultimo persino una partita disputata allo stadio “Meazza” di Milano Fondata nel 1960 dall’allora parroco di Santa Maria Assunta, don Guido Sansavini, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Pianta ha conseguito le migliori soddisfazioni sportive proprio nell’anno del cinquantenario. Costituita da 24 allenatori, 320 ragazzi tesserati e 14 squadre

 nel 2011 la Scuola Calcio di via Tripoli può vantare la vittoria degli Juniores di Nicolucci nel campionato provinciale, il primo posto dei giovanissimi 1997 di Imperiale nel torneo di Portofuori, la vittoria dopo 31 anni, nel torneo intitolato a Tiziano Mengozzi, degli Esordienti 1998 guidati da Andrea Raggi. Un altro motivo di orgoglio è stato il buon risultato ottenuto dalla prima squadra guidata da Fausto Tedaldi, militante nel Campionato di seconda categoria e composta quasi interamente da ragazzi provenienti dal vivaio. Anche se il risultato più emozionante è stata la partecipazione dei “Pulcini 2002” alla manifestazione “Campioni al Manuzzi”, organizzata da Francesco Gullo (ex Cervia di Campioni), per raccogliere fondi in favore di un bambino affetto da una malattia congenita neuromuscolare. Vinta la fase locale a Cesena, i piccoli “Campioni” della Pianta hanno partecipato a Milano alla semifinale con le vincenti degli altri raggruppamenti di Torino, Milano e Verona. Acquisito il diritto a disputare la finalissima, i “Pulcini” hanno giocato niente meno che nello stadio “Meazza”, lo stesso normalmente calpestato dai mega-campioni che farciscono le blasonate Milan e Inter.

 “Quella giornata trascorsa nella “Scala del Calcio” insieme ad altre 23 squadre da tutt’Italia – dichiara il vice presidente del Pianta Calcio, Pier Domenco Sabbatani - rimarrà indelebile nella memoria dei nostri piccoli, che potranno veramente dire con orgoglio: “Ho giocato a San Siro”. Restano da ricordare le gesta attuali di tutti i professionisti cresciuti nella “cantera” della Pianta: Nicola Ravaglia ha giocato nella Spal in C1, Riccardo Scaioli e Alex Sirri (quest’ultimo appena acquistato dal Chievo Verona) nella Giacomense in C2, Angelo Bencivegna nel Lumezzane in C1, Sorin Radoj, appena acquistato dal Siena, nel Sant’Arcangelo. Senza dimenticare Marco Sozzi ed Enrico Balestra, due colonne del Forlì Calcio militante in serie D. Da poco più di tre anni, la società sportiva presieduta da Roberto Surdo ha aggiunto al tradizionale campo di via Tripoli, anche il nuovo impianto di allenamento per calcio e calcetto dedicato a don Guido Sansavini. Realizzato sul retro della chiesa parrocchiale, è sorta grazie anche al contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

“La fatica è tanta – conclude Sabbatani – ma a 50 anni dalla nascita, la Scuola Calcio Pianta rimane società di estrazione oratoriale, impegnata prioritariamente nell’educazione e nella crescita morale dei giovani”.
 

Potrebbe interessarti

  • Pulizie approfondite in bagno? Scopri come avere un box doccia splendente

  • Liberati delle formiche con questi rimedi naturali

  • Romagna imperdibile: 4 borghi medievali da scoprire

  • I 6 alimenti estivi per contrastare afa e caldo

I più letti della settimana

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, le telecamere riprendono la scena. S'indaga per omicidio colposo

  • La Regione torna ad assumere: 1.300 posti di lavoro da riempire, al via i concorsi

  • Ha lottato contro una terribile malattia: lo sport forlivese piange Riccardo Turoni

  • L'estremo saluto a Edoardo, morto a 4 anni: una bara bianca in spalla e un lungo applauso

  • "L'unico amore della mia vita": il ricordo straziante del nonno del piccolo Edoardo

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, lo sgomento: "Ero vicino a noi a giocare, che brutto destino"

Torna su
ForlìToday è in caricamento