Lunghe file da Alea con l'arrivo delle prime bollette: "Revisionate lo 0,77%, dati fisiologici"

“Alcune questioni, sollevate dagli utenti, relativamente a dati non congrui rientrano in una situazione fisiologica: come in ogni cambio di  gestione ci sono stati alcuni disallineamenti anagrafici"

“Alcune questioni, sollevate dagli utenti, relativamente a dati non congrui rientrano in una situazione fisiologica: come in ogni cambio di  gestione ci sono stati alcuni disallineamenti anagrafici dovuti ad una precedente banca dati non del tutto aggiornata o a metodi di gestione diversi fra TARI e Tariffa Puntuale, ma eventuali errori sono corretti prontamente”: è quanto riporta Alea in una nota. Con l'arrivo delle prime bollette dei rifiuti, infatti, in diversi si sono trovati di fronte a conteggi sballati e hanno affollato gli uffici della società, che però replica: “Solo lo 0,77% delle bollette sono state revisionate”.

Sempre la nota: “Si tratta comunque di poche segnalazioni che vengono gestite quando gli utenti lo comunicano o, diversamente, in sede di conguaglio nella prima fattura emessa presumibilmente a marzo 2020. Inoltre non sono previste sanzioni se la bolletta viene pagata entro 30 giorni dalla scadenza, quindi si invitano le persone a rivolgersi allo sportello in maniera progressiva. Si chiede gentilmente agli utenti collaborazione e pazienza durante l'attesa presso i Punti Alea, in questo momento di intensa attività”.

Le fatture arrivate a Forlì in questi giorni riguardano un acconto dei primi sei mesi dell’anno che è stato calcolato per i primi 3 mesi di transizione con il metodo "normalizzato", applicando le tariffe vigenti lo scorso anno in regime di tributo TARI, scorporando l'IVA e il tributo provinciale, e con i parametri relativi al numero componenti e riduzioni del nuovo Regolamento Tariffario. A partire da aprile è stato applicato il metodo “puntuale”, secondo le tariffe approvate dal Coordinamento soci e da Atersir, quindi tenendo conto della quota fissa in base ai soli abitanti, “pro die”, e per la quota variabile un acconto di 5 kg per abitante secondo la tariffa variabile approvata da Atersir.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento