Maltrattamenti e minacce di morte verso la compagna: arrestato dalla Polizia

L'arresto è l'epilogo di un'attività investigativa, coordinata dal sostituto procuratore Federica Messina, iniziata subito dopo la denuncia della donna

"Maltrattamenti in famiglia" e "violenza privata". Sono le accuse che hanno portato in carcere un 41enne del Burkina Faso, arrestato giovedì dagli agenti della Squadra Mobile e delle Volanti della Questura di Forlì. Vittime la convivente dell'uomo, una forlivese di 48 anni, e il figlioletto di 5 anni. L'arresto è l'epilogo di un'attività investigativa, coordinata dal sostituto procuratore Federica Messina, iniziata subito dopo la denuncia della donna.

La signora ha riferito che da circa 4 mesi era vittima di episodi di maltrattamenti e condotte persecutorie da parte del compagno. Durante le indagini l'individuo ha localizzato la 48enne in un centro antiviolenza e con minacce di morte l'ha obbligata insieme al piccolo a salire in auto con lui per recarsi all’interno di un locale commerciale. L’intervento tempestivo delle Volanti ha permesso di rintracciare l’uomo e accompagnarlo in Questura. Sulla base dell'attività investigativa della Squadra Mobile è stato arrestato ed associato in carcere.
 
 

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

  • Parcheggi gratuiti per future mamme e neogenitori: ecco tutte le informazioni per ottenere il pass

I più letti della settimana

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

  • Trovata senza vita in casa, aveva dei lividi. Gli accertamenti escludono la morte violenta

Torna su
ForlìToday è in caricamento