"Maratona sui Diritti Umani", circa mille persone ascoltano le storie dal Muro di Berlino

Lo spettacolo di Marco Cortesi e Mara Moschini "Die Mauer - Il Muro" al San Giacomo ha attirato tante persone al San Giacomo

Sono stati circa 950 i partecipanti alla "Maratona sui Diritti Umani a Forlì", promossa dal Comitato di Forlì della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con il Comune di Forlì e con il Centro Pace “Annalena Tonelli” di Forlì in occasione del 70esimo anniversario dell’adozione da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (10 Dicembre 1948). Tre i momenti principali: le repliche dello spettacolo di Marco Cortesi e Mara Moschini "Die Mauer - Il Muro" al San Giacomo (al mattino alla presenza delle classi quinte delle scuole superiori di Forlì con oltre 460 presenti tra studenti ed insegnanti e alla sera col sold out); e la tavola rotonda sui diritti umani al Centro per la Pace "Annalena Tonelli" alla presenza di Cortesi e Moschini e del professore Patrick Leech, che ha esposto il progetto Atrium (moderatore l’assessore del Comune di Forlì con delega ai Diritti Umani e alla Pace Raoul Mosconi). Sono stati circa 25 i volontari appartenenti a Croce Rossa Italiana - Comitato di Forlì, Centro Pace “Annalena Tonelli” di Forlì, e dipendenti del Comune di Forlì in servizio volontario.

Commenta in una nota la Croce Rossa forlivese: "Il successo di pubblico, complessivamente di poco inferiore alle mille persone, è motivo di soddisfazione per l’iniziativa. Abbiamo distribuito a ciascun partecipante copia della “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo”, per favorirne la conoscenza e soprattutto la consapevolezza della sua importanza, facilitati dalla maestria narrativa dei forlivesissimi Marco Cortesi e Mara Moschini, che hanno portato in scena 4 storie vere di persone che hanno avuto il coraggio di sfidare e contribuire ad abbattere il Muro di Berlino, con esempi di netta e civilissima opposizione ad episodi di purtroppo evidente violazione dei Diritti Umani. Gli spettacoli di Marco Cortesi e Mara Moschini riescono sempre a far riflettere ed emozionare i partecipanti, e ne sono testimonianza le centinaia di messaggi impressi su post-it dagli spettatori e appesi dagli stessi o dai volontari sul pannello posto all’ingresso dal San Giacomo. Infine abbiamo raccolto una significativa somma di denaro, rappresentata dall’incasso riveniente dai biglietti di ingresso dello spettacolo serale (10 Euro a persona), destinata al progetto “Biblioteca Henry Dunant” della Croce Rossa Italiana – Comitato di Forlì, che si occupa di fornire testi scolastici agli studenti delle scuole superiori del nostro territorio ed appartenenti a famiglie non abbienti (a fine anno scolastico i testi vengono riconsegnati alla biblioteca in modo che possano essere utilizzati da altri studenti negli anni scolastici successivi”.

"DIE MAUER – IL MURO" è la storia di un Muro e di chi decise di sfidarlo in nome della libertà. Il Muro di Berlino è stata la barriera più invalicabile e letale che l’essere umano abbia mai conosciuto, in grado di tenere divisa una grande città, per ben 28 anni, e di provocare la morte di oltre 1200 persone. Attraverso reali testimonianze frutto di un’inchiesta giornalistica condotta sul campo da Marco Cortesi e Mara Moschini, lo spettacolo DIE MAUER – IL MURO porta in scena indimenticabili storie vere di determinazione, coraggio e fede, nel nome della libertà e del rispetto dei Diritti Umani. Quella del Muro di Berlino è una storia che parla di barriere e di Diritti Umani violati, ma allo stesso tempo parla anche del destino di migliaia di persone che decisero di scavalcare una barriera ingiusta e ignobile per conquistare il diritto di essere semplicemente “liberi”. Marco e Mara, con l’indiscussa capacità di narrazione che li caratterizza, hanno portato in scena 4 storie: di chi ha deciso di sfidare il "muro" e di chi è riuscito a sconfiggerlo.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni, ecco la 'lista degli ex'. Alea? "Progetto che non sta in piedi". Inceneritore? "Inevitabile"

  • Cronaca

    Ravegnana chiusa, Drei: "Serve un nuovo progetto di collegamento con Ravenna"

  • Cronaca

    M5S: "Comprata la fiera come centro per sfollati, ma il progetto anti-sismico è stato bocciato"

  • Cronaca

    Attacco al vescovo, solidarietà dal sindaco Drei: "Forlì è una città di persone rispettose"

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

  • 10 anni fa la morte della piccola Alice, il padre: "E' cambiata la situazione? Sì, in peggio"

  • "Ufficio Sinistri": in centro a Forlì una birreria in onore del ragionier Fantozzi

  • Si parte coi 4 rilevatori di passaggio col semaforo rosso, dove saranno e come funzionano

  • Cicloturista si schianta contro un'auto in sosta: è in gravi condizioni

Torna su
ForlìToday è in caricamento