Meldola, la storica azienda di moda regala mascherine lavabili al Comune

Le mascherine, realizzate nello stabilimento produttivo di Meldola, sono sono state consegnate da parte del titolare della ditta John Ashfield Andrea Celli

Un gesto di generosità e altruismo arriva dall'azienda John Ashfield che ha donato al Comune di Meldola novanta mascherine di cotone lavabili per tutti i dipendenti comunali (Comune e Istituzione Drudi) impegnati con il proprio lavoro a sostegno di tutta la cittadinanza e vicini alle persone più fragili in questi mesi di difficoltà. Le mascherine, realizzate nello stabilimento produttivo di Meldola, sono sono state consegnate da parte del titolare della ditta John Ashfield Andrea Celli accompagnato dalla collaboratrice Elena Arama, alla presenza del sindaco Roberto Cavallucci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'ideazione e realizzazione di mascherine riutilizzabili, certificate per uso pubblico, ed anche di mascherine anche per sordomuti che permettono di leggere il labiale testimonia ancora una volta la grande capacità di innovazione del nostro tessuto imprenditoriale - afferma il sindaco -. Ad Andrea Celli ed a tutto il suo staff un grande ringraziamento a nome dell’intera Amministrazione Comunale per questo gesto di vicinanza che testimonia sensibilità e solidarietà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso arresto cardiaco spezza la vita ad un giovane di 26 anni

  • "Sarà un maxi-supermercato, secondo solo all'iper": i commercianti chiedono di bocciare il progetto

  • Meldola, si lancia nel vuoto e perde la vita: nuova tragedia al ponte dei Veneziani

  • Mentre lavora il giardino di casa la terra restituisce bombe a mano e proiettili: strada chiusa a pochi passi dal centro

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Il primo giorno dei bar: "Poca gente e chiedono il permesso per entrare. Ma chi entra consuma dentro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento