Falci e forconi, ecco come veniva raccolto il grano a mano: le foto della mietitura antica

La raccolta avveniva con falci e forconi e richiedeva anche diverse settimane di lavoro, con i contadini che trascorrevano interminabili giornate a falciare con la schiena curva sotto il sole cocente

Foto di Albano Venturini

Quella di oggi, ormai meccanizzata, è più comoda e meno faticosa, ma anche meno affascinante di quella che una volta si faceva a mano. A Cusercoli è stata rievocata la mietitura a mano, a testimoniare una vita di fatiche e di precarietà, ma anche di gioie e cose semplici. La raccolta avveniva con falci e forconi e richiedeva anche diverse settimane di lavoro, con i contadini che trascorrevano interminabili giornate a falciare con la schiena curva sotto il sole cocente. Una tradizione di sudore e di fatica, che però è ancora oggi ricordata come uno dei momenti più significativi e gratificanti della vita rurale, perché quel prezioso raccolto significava pane e sostentamento per un anno intero, benessere e serenità. Alla fine dei lavori si festeggiava con giochi e balli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

Torna su
ForlìToday è in caricamento