Coronavirus, il sindaco Zattini: "La morte di Andrea Gambi ci lascia senza parole". Tanti messaggi di cordoglio

Così il sindaco di Gian Luca Zattini dopo aver appreso della morte del direttore generale di Romagna Acque

La scomparsa di Andrea Gambi "lascia tutti noi sgomenti e senza parole". Così il sindaco di Gian Luca Zattini dopo aver appreso della morte del direttore generale di Romagna Acque, ricoverato da alcuni giorni all'ospedale "Santa Maria delle Croci" per aver contratto il coronavirus. "Chi ha avuto modo di apprezzarne la professionalità e il valore umano, riconosceva nel dottor Gambi qualità di altissimo livello, in primo luogo come amministratore rigoroso, preparato, concreto, attento", prosegue il primo cittadino.

"Il dolore per tutti i lutti che il Coronavirus sta determinando rappresenta uno spietato indicatore dell’assoluta gravità del momento, degli effetti brutali della pandemia e della necessità del massimo impegno che si rende necessario da parte di ognuno di noi", conclude Zattini, rimarcando che "queste durissime ore funestate dalla epidemia di Covid- 19, con lutti, sofferenze e preoccupazioni, stanno gravando duramente anche sulla nostra comunità".

Il cordoglio del sindaco di Santa Sofia

Con Gambi, è il ricordo del sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi, "abbiamo condiviso momenti importanti dal punto di vista istituzionale e personale. Era un ingegnere appassionato del suo lavoro, preparato sia dal punto di vista tecnico che sull'organizzazione aziendale, ma anche un amico a cui piacevano i momenti informali e stare tra la gente, le associazioni, le persone comuni. Nel corso degli anni, inoltre, si era instaurato un forte legame anche dal punto di vista umano, non solo con gli amministratori ma anche con le persone, la gente, le associazioni. Lo si poteva percepire dalle tante occasioni non istituzionali a cui Gambi ha partecipato “In quei momenti, sicuramente passati senza formalità, non veniva comunque meno la sua serietà e la sua correttezza, ma emergeva la sua bontà, la sua generosità intellettuale, la sua curiosità e il voler "guardar lontano" come fanno le persone di valore''.

Le altre reazioni

Un autentico "fulmine a ciel sereno", ha commentato il parlamentare forlivese Marco Di Maio. Questo il ricordo dell'esponente di Italia Viva: "Ho avuto l'occasione di collaborare con lui, di conoscerlo nei momenti professionali e ogni tanto in circostanze più informali.  Una persona solida, competente, di sostanza. Non cercava ribalte mediatiche, ma preferiva lo studio, l’analisi dei dati, l’approfondimento dei problemi e il lavoro sulle soluzioni. La sua era una presenza discreta e forte allo stesso tempo".

Gambi, prosegue Di Maio, "aveva come stella polare la progettazione, la pianificazione, la precisione e anche la capacità di immaginare oggi ciò di cui ci sarà bisogno tra 10-15-20 anni, senza ovviamente perdere di vista i bisogni del presente. Una qualità sempre più rara tra chi amministra la cosa pubblica". "Una perdita inaspettata e importante per l'azienda e per la Romagna, che viste le restrizioni di questo periodo non potrà salutarlo come merita - conclude -. Sono certo che ci sarà modo di farlo appena possibile. Un abbraccio alla famiglia, agli amici, ai colleghi di lavoro". "La notizia della morte di Gambi, ha colpito tutti noi - afferma la deputata di Forza Italia, Simona Vietina - Ci stringiamo attorno alla famiglia, a cui vanno le nostre più sentite condoglianze. Gambi è stato un amministratore attento ai territori, anche quelli più periferici, dimostrando capacità professionali e un'ampia visione strategica. La sua scomparsa lascia un grande vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto ed è purtroppo l'ennesima vittima del coronavirus, che anche in Romagna sta colpendo duramente".

Mario Mazzotti, presidente di Legacoop Romagna, lo ricorda come "professionista specchiato, preparato e competente, Gambi aveva
ricoperto importanti incarichi in primarie aziende del movimento ed era molto apprezzato dai cooperatori per la propria capacità di analisi e la lunga esperienza nel settore". "La sua scomparsa ci addolora. Vogliamo rappresentare il nostro cordoglio alla famiglia, ai suoi cari ed amici, come a tutti i suoi collaboratori ed all'azienda Romagna Acque che perde un professionista capace ed apprezzato da tutti", è il cordoglio del gruppo consiliare del Partito Democratico di Forlì.

Anche i Verdi della Provincia di Forlì - Cesena si associano a quanti stanno esprimendo il loro cordoglio per la prematura scomparsa di Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque: "Nella lunga vicenda che ha contrassegnato la nascita, l'espansione e il consolidamento di Romagna acque non sempre c'è stata identità di vedute fra i Verdi e la Società che rifornisce di acqua la Romagna ma in ogni circostanza, anche nei momenti di maggiore conflitto, mai è stato perso di vista il comune fine del perseguimento dell'interesse pubblico all'interno del quale è preminente la tutela dell'ambiente e della natura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da anni il confronto si era incanalato, grazie anche alla dirigenza della Società, in un binario più sereno e costruttivo e crediamo che il merito vada riconosciuto al direttore Gambi oltre che al presidente Bernabé - proseguono dal movimento del sole che ride -. Il fatto che la sua scomparsa sia stata causata da un virus, arrivato fra noi grazie ad un salto di specie fra animali selvatici e uomo per colpa della violenza con cui da decenni a livello planetario si sta distruggendo la natura, ci appare paradossale avendo colpito una persona impegnata comunque a fare in modo che a oltre un milioni di cittadini arrivi acqua senza ulteriori manomissioni dell'ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento