Nella lite stradale spunta un bastone: i "rivali" fanno pace, ma l'aggressore viene denunciato

. Il fatto è accaduto venerdì scorso nella zona artigianale-industriale della Selva

Un autotrasportatore materano di 64 anni è stato denunciato a piede libero con le accuse di "lesioni personali aggravate", "porto di arnesi atti da offendere e danneggiamento" a seguito di una lite stradale. Il fatto è accaduto venerdì scorso nella zona artigianale-industriale della Selva. Un autista nel fare manovra si è visto impedire l’accesso all’azienda a causa del sopraggiungere dell’altro autotrasportatore a bordo del suo articolato: tra i due è nata una discussione, subito finita a male parole, offese e minacce, fino a quando il sopraggiunto, spazientitosi, ha afferrato un bastone che teneva nella cabina guida e affrontato il collega colpendolo alla spalla e danneggiando il veicolo.

Quando è giunta sul posto la Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì la lite era appena terminata ed i due, forse consapevoli che la questione aveva preso una piega del tutto fuori luogo, si erano riappacificati, mostrandosi costernati dell’accaduto davanti agli agenti. Quest'ultimi hanno comunque segnalato i fatti alla magistratura tenuto conto delle modalità del fatto, ed in particolare la circostanza dell’utilizzo e del porto di uno strumento atto ad offendere da parte di uno dei due contendenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento