Comune, scelto il nuovo assessore all'ambiente: il sindaco di Bertinoro Zaccarelli

Il sindaco di Forlì Davide Drei ha individuato il nuovo referente per l'assessorato all'Ambiente. Dopo le dimissioni di Alberto Bellini, che può preludere all'arrivo di rifiuti da tutt'Italia e non solo locali, Drei ha scelto la linea della continuità

Il sindaco di Forlì Davide Drei ha individuato il nuovo referente per l’assessorato all’Ambiente. Dopo le dimissioni di Alberto Bellini - per motivi professionali e come segno di protesta per la riclassificazione dell’inceneritore, che può preludere all’arrivo di rifiuti da tutt’Italia e non solo locali - Drei ha scelto la linea della continuità, con un nuovo assessore che si pone sulla stessa linea tracciata da Bellini.

Il sindaco di Bertinoro Nevio Zaccarelli è infatti la persona scelta da Drei. La nomina è avvenuta martedì mattina. Attualmente sindaco di Bertinoro, Zaccarelli è stato uno dei precursori della raccolta dei rifiuti porta a porta, anticipato solo da Paolo Zoffoli, all'epoca sindaco di Forlimpopoli. Il mandato di Zaccarelli come primo cittadino di Bertinoro scadrà nella primavera del 2016, dopo 10 anni di mandato.

Zaccarelli resterà sindaco di Bertinoro fino alla scadenza del suo mandato, e contemporaneamente ricoprirà il ruolo di assessore all'Ambiente del Comune di Forlì. La verifica tecnica degli uffici ha rilevato che non esistono incompatibilità di legge tra i due ruoli. Zaccarelli invece si dimetterà dalla carica di consigliere provinciale. Fino alla fine del mandato terra' per se' solo l'indennita' da primo cittadino.

I COMMENTI - Il deputato di Scelta Civica Bruno Molea commenta: "Una scelta all'insegna della continuità in linea con le politiche di tutela ambientale condivise anche da Scelta Civica: a Nevio Zaccarelli gli auguri di buon lavoro. Tra i precursori della raccolta di rifiuti porta a porta nella Bertinoro da lui amministrata, Zaccarelli è la persona giusta per proseguire anche come assessore del Comune di Forlì le politiche di programma della Giunta Drei, condivise a suo tempo anche da Scelta Civica come forza di coalizione, e relative al riciclo dei rifiuti, collaborando a instaurare la società cosiddetta di post-incenerimento - prosegue Molea -. L'auspicio è che possa anche proseguire nel progetto che fu del suo precedessore, l'ex assessore Bellini, per la costruzione di una società in house per la raccolta dei rifiuti che di fatto li toglierebbe dal circuito dell'incenerimento indirizzandoli al completo recupero. Il tutto all'insegna della tutela ambientale e del risparmio energetico ed economico". 

Aggiunge Marco Di Maio, deputato Pd del territorio forlivese: "Un grande augurio di buon lavoro a Zaccarelli. Sono certo che saprà assicurare la necessaria continuità con le politiche virtuose sui temi dell'Ambiente che da molti anni sosteniamo e di cui è stato tra i precursori con l'attuazione della raccolta dei rifiuti porta a porta nel comune di Bertinoro. A lui, come a tutti gli amministratori del territorio, la piena e totale disponibilità a collaborare sui tanti progetti comuni su cui siamo impegnati". Lo afferma Marco Di Maio, deputato del territorio forlivese.

Anche il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì, attraverso il coordinatore Alberto Conti, "esprime il proprio apprezzamento al sindaco di Forlì per la designazione di Zaccarelli. Il neo assessore ha maturato una lunga e qualificata esperienza amministrativa come Sindaco di Bertinoro; in particolare è convinto e coerente sostenitore della transizione ad una gestione  post incenerimento dei rifiuti. Riteniamo quindi che egli possa continuare con efficaci l’azione del suo predecessore e dell’attuale e precedente giunta di Forlì, finalizzata alla filiera del riciclo fondata sulla raccolta differenziata porta a porta". Il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste ha dichiarato inoltre "la propria piena disponibilità ad una collaborazione aperta e trasparente per quanto riguarda non solo questo tema specifico ma anche per tutti gli altri di competenza del neo assessore".

Commentano i consiglieri comunali di Forlì del Movimento 5 stelle Simone Benini e Daniele Vergini: “Una soluzione che contestiamo per almeno due buoni motivi. La prima ragione è politica, nella figura di Zaccarelli si concentrano troppi poteri: allo stesso tempo rivestirà il ruolo di sindaco di Bertinoro, assessore all'Ambiente del Comune di Forlì, consigliere delegato della Protezione Civile della Provincia di Forlì-Cesena e componente della giunta dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese. La seconda ragione che muove le nostre perplessità è tutta tecnica: esistono norme e leggi (nella fattispecie il decreto legislativo dell'8 aprile 2013, n. 39) che prevede l’inconferibilità di incarichi di amministratore di ente  pubblico a chi fa parte anche della giunta di forme associative fra comuni (l’Unione) nella stessa regione, quindi a differenza di quanto è stato annunciato l’assegnazione di questo incarico è illegittima!. “Il nostro rilievo non è personale, e, senza nulla togliere alla statura umana e politica di Zaccarelli, riteniamo quantomeno inopportuna questa nomina. Visti i numerosi incarichi che sarebbe chiamato a rivestire presso diversi enti come potrebbe trovare il tempo necessario ad assolvere al meglio tutte le funzioni? Non pensiamo che i cittadini di Bertinoro apprezzeranno il fatto di avere un sindaco “part time”. Infine chiediamo al sindaco: davvero la città di Forlì, di 120 mila abitanti, non è in grado di esprimere un'altra personalità tecnica o politica capace di sostituire nel delicatissimo ruolo di assessore all'ambiente l'ormai dimesso Alberto Bellini?".

"Non comprendiamo il perché non ci sia stato riferito nulla in consiglio martedì pomeriggio, quando la decisione era già stata presa in mattinata. Sicuramente una mancanza di rispetto nei confronti dei consiglieri eletti dai cittadini - afferma Paola Casara di "Noi Forlivesi" -. Nulla di personale nei confronti di Zaccarelli ma è evidente che la scelta è prima di tutto politica, e il periodo dei tecnici-professori e' ormai storia passata. Bellini nella precedente amministrazione era sicuramente più in sintonia con la squadra di assessori e con lo stesso sindaco Balzani. Lo stesso Bellini parlò di solitudine. Ci chiediamo anche se un paio di mesi fa, quando il sindaco di Bertinoro fu nominato presidente del coordinamento soci della nuova Livia Tellus Holding, fossero già nell'aria le dimissioni di Bellini e tutto già stato predisposto. Se la scelta fosse realmente nella direzione della continuità, quali armi segrete pensa di potersi giocare Zaccarelli, rispetto al predecessore Bellini? Al sindaco di Bertinoro spettano quindi le ultime sfide e scelte strategiche del suo mandato di sindaco che terminerà nella primavera  del 2016 e il delicatissimo ruolo di assessore all'ambiente di Forli' con tutte le deleghe annesse. Riuscira' a gestire questa partita così importante e sopravvivere in una giunta in grande difficoltà  guidata da un sindaco uno e trino?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento