"Non ho paura del buio", Loris Cappanna fonda l'associazione: " La disabilità è una risorsa"

Cappanna, non vedente dal 2005, sarà impegnato il 5 marzo nel campionato italiano di mezza maratona

E' Loris Cappanna, il pluricampione non vedente, il presidente dell’associazione di promozione sociale "Non ho paura del buio", fondata dall'atleta insieme a Denise Pantoli. Ne fanno parte Cesar Alejandro Radic, Matteo Batani, Andrea Soldati, Andrea Baiardi, Nazario Tramonti, Thomas Valentini, Stefano Masini, Daniele Zattini e Andrea Onofri. Cappanna, non vedente dal 2005, sarà impegnato il 5 marzo nel campionato italiano di mezza maratona. "Il buio - ha evidenziato - non è una caratteristica solo di chi non vede, ma spaventa tutti perchè parliamo dell'ignoto, che presenta il conto della paura. L'associazione porterà avanti questo il messaggio e darà una mano a chi effettivamente ha timore del buio, donandogli possibilmente della luce". "Non devono uscire dal buio solo i disabili, ma anche le persone normo-dotate ed avvicinarsi al mondo della disabilità. Non è beneficienza, ma un modo di arricchire la propria la vita. La disabilità è una risorsa che non deve essere "sfruttata", ma tutelata", è stato evidenziato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, frenano i contagi nel Forlivese. Ma si segnala un morto in più in città

Torna su
ForlìToday è in caricamento