"Non ho paura del buio", Loris Cappanna fonda l'associazione: " La disabilità è una risorsa"

Cappanna, non vedente dal 2005, sarà impegnato il 5 marzo nel campionato italiano di mezza maratona

E' Loris Cappanna, il pluricampione non vedente, il presidente dell’associazione di promozione sociale "Non ho paura del buio", fondata dall'atleta insieme a Denise Pantoli. Ne fanno parte Cesar Alejandro Radic, Matteo Batani, Andrea Soldati, Andrea Baiardi, Nazario Tramonti, Thomas Valentini, Stefano Masini, Daniele Zattini e Andrea Onofri. Cappanna, non vedente dal 2005, sarà impegnato il 5 marzo nel campionato italiano di mezza maratona. "Il buio - ha evidenziato - non è una caratteristica solo di chi non vede, ma spaventa tutti perchè parliamo dell'ignoto, che presenta il conto della paura. L'associazione porterà avanti questo il messaggio e darà una mano a chi effettivamente ha timore del buio, donandogli possibilmente della luce". "Non devono uscire dal buio solo i disabili, ma anche le persone normo-dotate ed avvicinarsi al mondo della disabilità. Non è beneficienza, ma un modo di arricchire la propria la vita. La disabilità è una risorsa che non deve essere "sfruttata", ma tutelata", è stato evidenziato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento