Il devastante fortunale non risparmia nemmeno la quercia secolare di Villa Saffi

Il fortunale che ha colpito nel primo pomeriggio di giovedì la città mercuriale ha spezzato la quercia secolare di Villa Saffi, a San Varano

La forza devastante della natura ha cancellato in un sol colpo un simbolo storico di Forlì. Il fortunale che ha colpito nel primo pomeriggio di giovedì la città mercuriale ha spezzato la quercia secolare di Villa Saffi, a San Varano. In tutto il capoluogo sono centinaia gli alberi che non hanno retto alle raffiche di vento, con punte di oltre 80 chilometri orari. Uno scenario apocalittico, che non ha risparmiato nessun quartiere della città. Emblematiche le fotografie di viale Italia, viale Salinatore e viale dell'Appennino, solo per citarne alcune. Perchè sono numerose le arterie principali e secondarie della città dove sono segnalati alberi e rami spezzati. Senza contare i danni alle segnalatiche stradali o ai pali della luce.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In "trasferta" per abbandonare i rifiuti: multati diversi 'furbetti'

  • Politica

    Mezzacapo (Lega) contro Alea: "Costi folli per aziende e cittadini"

  • Politica

    Elezioni, Calderoni ('Forlife'): "Un giovane all'assessorato per l'innovazione"

  • Cronaca

    300 studenti e genitori a scuola per dare il via alla 'Festa dei bambini'

I più letti della settimana

  • Tanta pioggia, il gigante della Romagna si è svegliato: "furiosa" tracimazione della diga di Ridracoli

  • Piogge senza tregua, frane ed allagamenti. Il Montone supera la soglia rossa. Situazione critica al Ronco

  • Alluvione, lavori conclusi: sanato l'argine. Polemica sulle mancate casse di espansione

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Auto sbanda in curva e sfonda il muro di un'abitazione: struttura dichiarata inagibile

  • La disastrosa alluvione di Villafranca: centinaia di persone intrappolate, enormi danni

Torna su
ForlìToday è in caricamento