Si aggiunge una nuova birreria di birra artigianale in città. "Qui si può portare il cibo da casa"

“Se qualcuno vuole mangiare altro offriamo ai nostri clienti la possibilità di ordinare cibo d'asporto o di portarselo direttamente da casa"

Beer Out, espressione tipica inglese che indica generalmente il fare il pieno di qualcosa è il nome della nuova birreria situata all'interno del centro commerciale di Ravaldino. Il locale, inaugurato il 3 aprile dai tre ex-soci del Barbeer, Gianni Boscherini, Daniele e Gabriele Caroli, non ha nulla da invidiare ai classici pub inglesi. La loro idea è stata quella di creare un luogo d’incontro dove trascorrere il tempo in compagnia davanti ad una birra di qualità. Al bancone si possono trovare birre italiane ed estere, frutto di viaggi e della continua ricerca delle materie di prima scelta e dei piccoli produttori indipendenti, attenti e orgogliosi del proprio lavoro. Numerose sono ormai le birrerie in città che hanno aperto con questo taglio, puntando cioè sull'artigianalità di cosa viene messo nel bicchiere, per cui non manca di certo l'offerta come luoghi di ritrovo.

Al bancone del Beer Out ci sono 10 spine quindi 10 tipologie di birre che cambiano in continuazione. Alcune provengono dall'Italia, dai grandi birrifici come "Lambrate", "Birrificio Italiano", "Ritual Lab", altre sono realizzate da piccoli produttori indipendenti. Le birre estere hanno provenienze diverse; Germania, Belgio, Inghilterra e Stati Uniti le principali. “Puntiamo sui piccoli produttori, le nostre birre sono un prodotto fresco. Visitiamo le varie fiere di settore e manteniamo un rapporto diretto con i nostri fornitori, questo ci consente di variare i prodotti seguendo le stagioni. Il nostro lavoro è cercare costantemente la birra migliore per i nostri clienti. Abbiamo in progetto di creare un'accurata selezione di whisky ed alcuni cocktail, sempre a base di birra, naturalmente”, spiega Gianni Boscherini.

Il locale è provvisto inoltre di una piccola cucina con prodotti artigianali. In accompagnamento alle birre, vengono proposti panini o taglieri con salumi, formaggi e pane del territorio. “Se qualcuno vuole mangiare altro offriamo ai nostri clienti la possibilità di ordinare cibo d'asporto o di portarselo direttamente da casa e di consumarlo nel locale -evidenzia Gabriele Caroli - .Questa metodologia, chiamata "bring your own" (“porta il tuo”) è molto diffusa in Inghilterra”, precisa. Il locale è adatto a tutti dai giovani alle famiglie, è un luogo d'incontro, nato per gustare birra di qualità in un ambiente confortevole. “Lunedì e venerdì sera apriamo una botte di birra tedesca seguendo il metodo tradizionale attraverso l'utilizzo di un rubinetto e di un mazzuolo", conclude Daniele Caroli.

beerout 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Altro colpo al commercio in centro: due chiusure a pochi metri nel cuore dello shopping

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • L'allarme suona, nella borsa spunta un portafogli rubato: "Potrebbe essere stato nostro figlio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento