Neve, ordinanza del Comune: rimuovere ghiaccio dai tetti

L'ordinanza dispone ai proprietari degli edifici prospicienti aree pubbliche di provvedere alla rimozione degli accumuli di neve e dei candelotti di ghiaccio dai tetti

Nell’ambito delle misure adottate per far fronte all’eccezionale nevicata in corso e in considerazione della fase di allerta che proseguirà per tutto il fine settimana, caratterizzata anche da un abbassamento considerevole delle temperature, il Comune ha emesso una ordinanza contingibile e urgente con la quale dispone ai proprietari degli edifici prospicienti aree pubbliche di provvedere alla rimozione degli accumuli di neve e dei candelotti di ghiaccio dai tetti o nell’immediato di interdire con adeguata segnaletica il passaggio nelle zone sottostanti.

Tutti i cittadini sono invitati a prestare massima attenzione al rischio rappresentato dal pericolo di caduta di accumuli di neve, di lastre ghiacciate e di candelotti. Le condizioni meterologiche possono infatti determinare situazioni di estrema pericolosità. E' quindi assolutamente necessario evitare di transitare in zone a rischio e in aree sottostanti tetti, sporti di gronda e coperture. Eventuali casi di grave rischio possono essere segnalati alla Polizia municipale (0543.712000) o alle istituzioni preposte alla sicurezza e al pronto intervento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In una nota la Prefettura di Forlì-Cesena invita “la cittadinanza ad adottare le più opportune cautele dirette a prevenire i gravi danni che potrebbero conseguire dal repentino distacco di blocchi di ghiaccio formatisi su tetti e cornicioni. Si raccomandano, altresì, analoghi interventi per cumuli di neve su tendaggi e su fabbricati rurali, che potrebbero cadere a causa del peso e porre in pericolo la pubblica e privata incolumità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

Torna su
ForlìToday è in caricamento