Pediatria colorata: il Lions Club Forlì Host dona i pannelli di Sally Galotti

Il lavoro di umanizzazione pittorica Juxi, nasce dalla personale esperienza di Sally Galotti, illustratrice della Walt Disney Company, designer e cartoonist eclettica che, per passione, cominciò a disegnare le pareti degli ospedali di bambini malati di Aid in Romania

Grazie alla donazione del Lions Club Forlì Host, dopo il reparto di Pediatria di Forlì, Sally Galotti, disegnatrice forlivese di fama internazionale, ha potuto proseguire in tempi brevissimi anche la decorazione della sala d’attesa e dell’ambulatorio vaccinale della sede di Pediatria di Comunità di via Colombo con due bellissimi pannelli. Si tratta del completamento di un’opera che permetterà, a tutti i bambini forlivesi che si recano  in ospedale e negli ambulatori territoriali per le vaccinazioni e i controlli, di godere delle splendide atmosfere fiabesche ricreate dai disegni di Sally.

“Il Lions Club Forlì Host – spiega il presidente Paolo Talamonti - dopo l’importante donazione delle opere della Galotti al reparto di Pediatria di Forlì, ha pensato di concludere il percorso per l’umanizzazione dei locali sanitari dedicati ai bimbi forlivesi, facendo allestire dei pannelli anche nei locali della Pediatria territoriale. Siamo felici di aver potuto mantenere la promessa, facendo completare questa realizzazione”

Il lavoro di umanizzazione pittorica Juxi, nasce dalla personale esperienza di Sally Galotti, illustratrice della Walt Disney Company, designer e cartoonist eclettica che, per passione, cominciò a disegnare le pareti degli ospedali di bambini malati di Aid in Romania.  A seguito della risposta positiva dei bambini e all'eco dei media, la sua professionalità è stata richiesta in numerose Pediatriche italiane, fino ad essere formalmente  riconosciuta dal Ministero della Sanità della Repubblica Italiana.

“Ringraziamo il Lions per avere donato queste  bellissime opere alle nostre strutture, dove ogni giorno passano decine di bambini e le loro famiglie  - dichiarano Lucio Boattini, Direttore del Distretto di Forlì, Stefano Boni, Direttore delle Cure Primarie e Anna Maria Baldoni, responsabile della Pediatria di Comunità - L'arte che cura è una scoperta, un arricchimento culturale, un'opportunità terapeutica. Tutti abbiamo toccato con mano l’effetto benefico che queste attività hanno sui pazienti, nell’abbassare i livelli di stress e nel favorire il percorso di guarigione. L’effetto benefico è ancora maggiore sui bambini, che vengono nelle nostre strutture per sottoporsi ad una vaccinazione o ad una visita. Siamo dunque particolarmente grati per questa donazione che, insieme alla Pediatria ospedaliera, interessa anche una struttura sanitaria del territorio forlivese  che accoglie bambini."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento