Meldola, "Il sindaco e Alea ci snobbano. Porteremo i rifiuti davanti alla porta del Comune"

I firmatari della petizione minacciano di portare i rifiuti all'entrata del Comune

Da sinistra in piedi Annunziata Santopuoli e alcuni volontari dell'associazione nel mese di agosto durante la raccolta firme

"Il sindaco Gianluca Zattini ci ha abbandonato da tempo. Stiamo ancora aspettando la conferma scritta dell'incontro pubblico, richiesto dalla nostra Associazione, per affrontare con la direzione di Alea e gli amministratori meldolesi l'annoso problema del porta a porta e della gestione dei rifiuti". Questa la denuncia di Annunziata Santopuoli, presidente di Etica&Mente, che insieme ai volontari aveva raccolto nel mese di agosto 655 firme per ottenere un incontro chiarificatore.

"Ho ricevuto in settembre una telefonata da parte dell'assessore all'istruzione Ermano Giunchi - afferma Santopuoli - in cui ci garantiva l'appuntamento richiesto, ma poi non si è più fatto vivo nessuno". Alcuni firmatari della petizione, spazientiti, hanno minacciato di portare i rifiuti davanti alla porta del Comune o, addirittura, sotto le finestre del primo cittadino. "Abbiamo saputo - dichiarano i firmatari - che alcuni meldolesi sono andati direttamente dal sindaco per cambiare i contenitori ed averli più piccoli, ma a noi non basta solo questo, vogliamo sapere direttamente da Alea come gestiremo anche a Meldola la differenziata visti i disagi che stanno affrontando i Comuni limitrofi dove la raccolta è già partita e quali le tariffe che dovremo pagare dopo tanta confusione e notizie imprecise".

Quello che i cittadini rimproverano a Zattini è anche di non averli messi al corrente prima della decisione di sposare il progetto Alea. "Sicuramente non è stato corretto con noi visto che, prima di una decisione così importante che vincolerà il nostro futuro da qui alle calende greche, non c'è stato un sondaggio sulle problematiche a cui tutti andremo incontro. Per questo siamo dovuti ricorrere alla raccolta firme". I quesiti, elencati nella petizione protocollata a fine agosto, sono diversi e aspettano ancora una risposta. "Speriamo che questa denuncia sia utile per ricordare agli amministratori l'impegno preso – conclude la presidente – e che al più presto possiamo avere il confronto pubblico con le parti in causa tanto auspicato dai meldolesi".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    MotoGp, Dovi scivola a due giri dalla fine. Gara e mondiale a Marquez

  • Sport

    La beffa nei minuti finali: il Real Giulianova raggiunge al 94' il Forlì, ma il gol è viziato da un fallo di mano

  • Incidenti stradali

    In moto contro un autobus sulla statale del Muraglione, grave un centauro

  • Casa

    Pannolini e pannoloni, approvata la "tariffa solidale": bidoni da 30 a 240 litri

I più letti della settimana

  • Cambia la manovra antismog: stop ai diesel Euro 3. Per i caminetti nessuna restrizione per uso ricreativo, alimentare e per ristoranti e pizzerie

  • Strade di sangue, una tragedia dietro l'altra: perde la vita un altro ciclista

  • Morte di Cristina, lo schianto mortale è un rebus: indagini sui mezzi sequestrati

  • Tragico scontro con un'auto: muore studente 17enne dell'Istituto Aeronautico

  • La terra continua a muoversi: nuova lieve scossa di terremoto nella notte

  • Folla in Piazza Saffi e chiesa di San Mercuriale gremita per i funerali di Cristina Malandri

Torna su
ForlìToday è in caricamento