Pluricampione disabile insultato, "Loris è un esempio. Continui a correre con entusiasmo"

Il presidente nazionale Aics e parlamentare Bruno Molea interviene sull'episodio che ha visto suo malgrado protagonista il pluricampione non vedente Loris Cappanna

Dopo l'atto vandalico, "mi auguro che continui a correre con lo stesso entusiasmo e la stessa fiducia, perché il suo esempio rimanga più efficace di ogni numero". Il presidente nazionale Aics e parlamentare Bruno Molea interviene sull'episodio che ha visto suo malgrado protagonista il pluricampione non vedente Loris Cappanna, vittima di un messaggio tra l'offensivo e il minatorio al termine di una gara che si è disputata domenica nel lughese.

"Quanto avvenuto nei giorni scorsi mi ha colpito, infastidito, ma non sorpreso anche se non del tutto - affferma Molea -. Da una vita mi impegno per la promozione dello sport per tutti e tante volte, sulla mia strada, mi sono imbattuto in ignoranza e razzismo. Devo dire che però poche volte mi è capitato di dover spiegare a chi fa sport i benefici sociali dello sport, ed è questo che più mi colpisce: l'idea che proprio in ambito sportivo sia maturata una tale rabbia e discriminazione. Gli enti di promozione sportiva come quello che presiedo, l'Aics, da sempre si impegnano per fare dello sport strumento di inclusione, lotta all'emarginazione, coesione sociale. E gli esempi come quello di Loris ci aiutano a diffondere il "verbo" con fatti concreti spiegando come lo sport sia in grado di abbattere barriere fisiche e mentali, riducendo le disabilità a quelle che sono: caratteristiche, ma non per forza limitazioni, semmai diverse-abilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TANTI MESSAGGI DI SOLIDARIETA' A LORIS CAPPANNA

"Sono le barriere dell'ignoranza quelle difficili da abbattere e su quelle è necessario che enti di promozione sportiva, istituzioni e scuola continuino nel loro lavoro di educazione, informazione, promozione culturale. Per questo alcuni di enti di promozione sportiva come Aics appunto si sono appena dotati di un Osservatorio permanente, per tradurre in numeri i benefici sociali ed economici (a cominciare dai risparmi socio-sanitari) dello sport e per dare alle istituzioni uno strumento concreto di aiuto alla pianificazione e alla costruzione delle politiche sociali. Mi auguro che Loris continui a correre con lo stesso entusiasmo e la stessa fiducia, perché il suo esempio rimanga più efficace di ogni numero", conclude Molea. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Corso Mazzini perde un "pezzo", Trevi Sport chiude: "Una scelta sofferta, ma siamo rimasti soli"

Torna su
ForlìToday è in caricamento