"La Polstrada 'emigra' a Rimini per le feste. Forlì resta senza"

Il Sap, Sindacato Autonomo di Polizia, dopo aver appreso i piani del Compartimento della Polizia Stradale per queste festività, "con grande responsabilità e preoccupazione denuncia l'ennesimo inganno a danno dei cittadini"

Il Sap, Sindacato Autonomo di Polizia, dopo aver appreso i piani del Compartimento della Polizia Stradale per queste festività, “con grande responsabilità e preoccupazione denuncia l'ennesimo inganno a danno dei cittadini, comparse, a loro insaputa, del teatrino mediatico che andrà in scena. Dopo gli innumerevoli tagli alla sicurezza, si vuole fare un operazione d'immagine mettendo sulle strade di Rimini, per tutte le notti dei week end delle prossime festività, un cospicuo numero di pattuglie di Polizia stradale”.

“Non avendo i numeri la Polstrada di Rimini per attuare questo dispositivo ministeriale, si è pensato bene di impiegate delle pattuglie inviate dalle provincie limitrofe. Il risultato? Nel territorio forlivese non ci sarà nessuna pattuglia della stradale durante le notti di queste festività. Le conseguenze sono evidenti, a fronte di un ampio e scenografico controllo della riviera riminese, avremo il totale abbandono del forlivese da parte della Polstrada. - denuncia il sindacato - Se a Rimini si brinderà con prudenza (questo è appunto il nome della campagna organizzata, "Brindo con prudenza"), a Forlì si potrà brindare allegramente e poi mettersi alla guida senza timore di controlli. A meno che non si voglia far credere che anche questa attività sarà svolta dalle volanti e dalle pattuglie dei carabinieri, come se non fossero già abbastanza  impegnate a contrastare il dilagante fenomeno dei furti in abitazione e a svolgere il normale controllo del territorio”.

Il vicesegretario provinciale del Sap, Spartaco Ulrico Collinelli, continua: “Evidentemente i cittadini Forlivesi sono considerati cittadini di serie B, la cui sicurezza può essere tranquillamente sacrificata di fronte alla visibilità garantita dalla riviera romagnola. Sta per essere messa in scena l'ennesima farsa, poche strade presidiate ad ogni angolo sotto i riflettori, e la stragrande parte della rete viaria completamente sguarnita. Bisogna prendere atto che non ci sono le risorse. Gli uomini e le donne della Polizia Stradale continuano a fare del loro meglio, sono sempre pronti a sacrificarsi e sono ormai abituati a non aver alcun riconoscimento. Basti pensare che il SAP, oggi, per ottenere il pagamento delle centinaia di ore di straordinario prestate dagli operatori di Forlì, Rocca San Casciano e Bagno di Romagna, per far fronte nel febbraio scorso all'emergenza neve, ha dovuto mettere in piedi un ricorso per decreto ingiuntivo al Ministero dell'Interno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vita ai tempi del Coronavirus - Una dipendente di un market spiega tutti i comportamenti sbagliati dei clienti

  • Il coronavirus continua ad uccidere nel Forlivese. Quasi mille contagiati in provincia

  • Coronavirus, martedì drammatico: dieci morti in provincia in 24 ore, 5 a Forlì

  • Coronavirus, superati i mille contagiati in provincia: altri due decessi nel Forlivese. Crescono i guariti

  • Perde l'autobus e si siede sconsolato sulla panchina: trova conforto nella Polizia

  • Coronavirus, focolaio nel Dipartimento di Sanità Pubblica: 19 contagiati in via Della Rocca

Torna su
ForlìToday è in caricamento