Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ansie e paure, poi l'urlo liberatorio e il brindisi: la maturità ai tempi del covid, la voce degli studenti

 

I due volti della maturità 2020: quello di chi ha appena terminato la sua discussione d'esame ed è tranquillo e quello dello studente che sta per entrare con tutte le incognite che questa particolare prova d'esame dell'epoca Coronavirus, può riservare. Tra ansie ed emozioni, i primi maturandi forlivesi hanno affrontato la prova conclusiva di un percorso iniziato cinque anni fa. Il numero degli studenti di Forlì e Forlimpopoli impegnati negli esami di stato sono 1431. Un esame di Stato che sarà ricordato nella storia come l'esame "in mascherina" e a distanza. Niente prove scritte, ma un'unica prova orale per valutare ogni studente sul percorso scolastico, terminato con mesi di didattica a distanza e incertezze.

E' dal 23 febbraio che gli studenti non tornavano a scuola: "La didattica a distanza è andata bene, forse qualche difficoltà per le materie scientifiche - commenta una ragazza -. E' mancato il confronto da vicino". Le ansie di questi giorni alla fine sono scomparse di fronte alla felicità di raggiungere il traguardo. La temuta ora di colloquio con i docenti per alcuni studenti è passata velocemente. Fuori dai cancelli delle scuole compagni di classe ed amici curiosi: alla fine abbracci, sorrisi e brindisi, ovviamente in mascherina. "E' stato molto liberatorio. La mascherina non aiutava molto, ma pensavo peggio", è il racconto di uno studente. "Ora non vedo l'ora di andare all'università", la voce di un'altra maturanda.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento