Procedure di angioplastica nei pazienti diabetici: i risultati della Cardiologia di Forlì presentati al congresso nazionale

Dal 2007 nell’ospedale di Forlì si è costituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per il trattamento di questa patologia che riunisce numerose professionalità, coordinate dalla unità operativa di Endocrinologia

Presentati ad un recente congresso nazionale a Viareggio i dati relativi ai risultati clinici delle procedure di angioplastica nei pazienti diabetici affetti da ischemia critica degli arti inferiori effettuati dal team endovascolare che opera nell'Unità Operativa di Emodinamica della cardiologia dell'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. Il numero di pazienti diabetici è in costante aumento e con loro tutte le complicanze che conseguono a questa patologia; una di queste è rappresentata dalla ischemia critica degli arti inferiori conseguente alla ostruzione progressiva delle arterie delle gambe e che conduce nel 30% dei casi ad una amputazione maggiore e ad una conseguente maggiore mortalità di questi pazienti che ad un anno è superiore al 50%.

Dal 2007 nell’ospedale di Forlì si è costituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per il trattamento di questa patologia che riunisce numerose professionalità, coordinate dalla unità operativa di Endocrinologia, ed ognuna impegnata nel proprio ambito di competenza al trattamento tempestivo ed efficace dell'ischemia critica e conseguentemente ad evitare amputazioni maggiori limitando l'intervento allo stretto necessario.

"Particolarmente importante e decisivo in questi casi è disostruire tempestivamente i vasi arteriosi della gamba che sono la causa delle lesioni ischemiche trofiche del piede e della gamba e che, se non trattate, conducono inevitabilmente all'amputazione - spiega il dott.Fabio Tarantino, responsabile dell'unità operativa di Emodinamica dell'Unità operativa di Cardiologia di Forlì, diretta da Marcello Galvani - "Si tratta di una patologia con un forte impatto prognostico e sociale, per ottenere la maggiore efficacia possibile in questi casi abbiamo creato un team endovascolare in cui il cardiologo interventista ed il chirurgo vascolare lavorano insieme ottimizzando in questo modo il trattamento per il singolo paziente con l'angioplastica, e riservando il tradizionale intervento chirurgico di by-pass a pochi casi selezionati".

" I risultati ci dicono che siamo sulla strada giusta - continua Tarantino -. In questi anni 8 anni di attività abbiamo trattato circa 600 pazienti con un successo complessivo superiore al 70% ed un incremento fino a 2.4 di interventi per 1000 abitanti, valore ben superiore alla media regionale e cioè 1.9 x 1000 abitanti. Il risultato di ciò è rappresentato da un numero di amputazioni maggiori il più basso della nostra regione, 0.1 x 1000 contro le 0.35 circa per 1000 abitanti della media regionale." I risultati del convegno e l'intervista a Tarantino possono essere visualizzati in tv o in streaming a Trc (canale 827 di Sky) martedì alle 21:15 ed in replica mercoledì alle 12:30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

  • Tenta il suicidio lanciandosi contro le auto in transito: salvato dalla Polizia

Torna su
ForlìToday è in caricamento