La città che non va, "Il Comune fa cassa su chi porta i bambini all'asilo"

Genitori che accompagnano i bambini nelle scuole e negli asili come polli da spennare con le multe? E' quanto lascia intendere la nuova segnalazione di una cittadina per la rubrica 'La città che non va'

Genitori che accompagnano i bambini nelle scuole e negli asili come polli da spennare con le multe? E’ quanto lascia intendere la nuova segnalazione di una cittadina per la rubrica ‘La città che non va’ la raccolta di suggerimenti da parte dei cittadini su come migliorare la città. E’ inoltre aperta anche l’altra iniziativa parallela: la “Forlì che funziona”, finalizzata a rendere noti i tanti esempi di buon funzionamento, pubblici e privati, che pure esistono a Forlì e che meritano di essere segnalati. Per inviare la tua segnalazione: redazione@romagnaoggi.it (le segnalazioni non devono essere anonime e possibilmente dotate di materiale fotografico).

MULTE NEI PRESSI DEGLI ASILI

Racconta nella sua dettagliata segnalazione la forlivese Rita Bandini: "Il 6/11/2013,  mentre mi recavo all’asilo di mia figlia in  Via Achille Cantoni presso Istituto suore francescane, ho lasciato l’automobile  in divieto di sosta , non essendoci parcheggi liberi e non potendo lasciare entrare la bambina di tre anni da sola. Quotidianamente,  davanti ad ogni scuola, materna, elementare o media inferiore, c’è un via e vai continuo di genitori che si scambiano quei pochi parcheggi per lasciare i propri figli davanti a scuola prima di recarsi al lavoro. Specifico questo per sottolineare la non futilità dell’infrazione. Mi rendo perfettamente conto che la sanzione era dovuta, ma l’automobile non recava nessun intralcio alla normale viabilità del traffico ed altresì, purtroppo, negli orari di consegna e ritiro dei bambini, non è possibile parcheggiare diversamente".

Quindi l'attacco: "Il Comune ha deciso di fare cassa con i soldi dei genitori che portano i bambini all’asilo, all’elementari, alle scuole medie inferiori. In un momento politicamente ed economicamente difficile come quello che stiamo vivendo, in cui è sempre più complicato arrivare a fine mese, probabilmente un po’ di buon senso e di giudizio non dovrebbe mancare. In caso contrario un suggerimento: si mandino i Vigili  davanti a tutte le scuole di Forlì e per certo riuscirete a far cassa con  almeno 1.000 euro al giorno. Finalmente, con questi cospicui incassi codesto Comune potrà sistemare le strade sconnesse, rivitalizzare il centro storico rendere più vivibile questa città".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento