Pugno al volto e lancio di oggetti: l'ex dipendente aggredisce il titolare

La Polizia intervenne a richiesta del titolare di un negozio di kebab del centro, che aveva riferito di essere stato aggredito da un ex dipendente

Lesioni personali aggravate e minacce. Sono le accuse per le quali è stato denunciato a piede libero un 32enne siciliano residente a Forlì, all’esito di attività di accertamento conseguenti ad un intervento operato alla fine di aprile da una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura. La Polizia intervenne a richiesta del titolare di un negozio di kebab del centro, che aveva riferito di essere stato aggredito da un ex dipendente.

Quando gli agenti giunsero sul posto, dell’aggressore non vi era più traccia, vennero però sentiti alcuni testimoni e la vittima stessa, che ben conosceva il soggetto essendo stato per qualche tempo alle sue dipendenze, per poi essere allontanato - pare - per irregolarità nella gestione dell’esercizio.

L’ex dipendente, per motivi probabilmente legati alle competenze maturate non ancora definitivamente calcolate, soprattutto tenuto conto delle irregolarità in discussione, avrebbe pesantemente minacciato il titolare, lo avrebbe anche colpito con un pugno al volto e ferito ad un braccio col lancio di oggetti, così da procurargli lesioni giudicate guaribili in cinque giorni. Ora del caso dovrà occuparsene la Procura della Repubblica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento