Recupero dell'evasione fiscale: arriva un ufficio dedicato a stanare i 'furbetti'

L'assessore al Bilancio e patrimonio del Comune di Forlì, Emanuela Briccolani, ha illustrato il progetto di mandato alla cittadinanza, puntando sulla "riqualificazione delle risorse: spese, entrate ed equità tributaria"

L'assessore al Bilancio e patrimonio del Comune di Forlì, Emanuela Briccolani, ha illustrato il progetto di mandato alla cittadinanza, puntando sulla “riqualificazione delle risorse: spese, entrate ed equità tributaria”. I punti messi in evidenza sono la “salvaguardia dei servizi alle persone e alle famiglie, la compartecipazione alle spese commisurate alle possibilità economiche delle famiglie, l'individuazione del quoziente familiare e la pressione tributaria progressiva rispetto ai redditi ed ai patrimoni”.

Le entrate per il Comune arriveranno da fondi europei strutturali, per l'innovazione e per l'innovazione e per lo sviluppo, dalla progressività dei tributi, dal recupero dell'evasione e dell'insoluto e dai ricavi patrimoniali e l'attività edilizia. Per garantire l'equità tributaria, si lavorerà su diversi fronti: “Giustizia tributaria, collaborazione con gli uffici, creazione di banche dati e mettendo a punto nuovi strumenti di monitoraggio anti-evasione”.

Una delle novità più importanti è l'istituzione dell'Ufficio di recupero evasione, che si articolerà in due passaggi: “Il primo anno con la costituzione dell'ufficio con una dotazione organica di base, il secondo anno con l'incremento delle unità impiegate grazie alla collaborazione e scambio dati con gli enti di riferimento”, spiega Briccolani. Per il funzionamento di questo nuovo strumento, sarà necessario un piano per la costituzione di un Ufficio entrate a livello dell'Unione dei Comuni della Romagna forlivese. L'ufficio recupero evasione funzionerà grazie ad un percorso integrato all'interno del Comune e condiviso con l'Agenzia delle entrate e la Guardia di finanza. Con questa novità, “gli introiti per l'amministrazione saranno il 50% delle somme recuperate su segnalazioni qualificate e il 100% sui propri tributi”, chiarisce l'assessore.

Il processo di razionalizzazione  dei servizi, per il contenimento delle spese sarà gestito in rapporto con l'Unione e con la Provincia ed andrà a toccare diversi settori: informatica, personale, sportello per le attività produttive e attività economiche, attività edilizie, protezione civile e polizia municipale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento