Zona Portici, Romagna Acque si trasferisce nel nuovo e grande edificio circolare

“Siamo disponibili – spiega Bernabé – a fare la nostra parte per il recupero e il presidio di quest'area, assieme agli altri operatori possiamo metterci in gioco”

Con tremila metri quadri a disposizione, 65 uffici, è diventata operativa la nuova sede di Romagna Acque in piazza Orsi Mangelli, la piazzetta interna all'area ex Mangelli che ospita la vecchia ciminiera della storica industria chimica forlivese. Si tratta di un edificio semi circolare, studiato per il massimo risparmio energetico, con un grande portico di travertino, costato in totale 5 milioni e 585mila euro. L'appalto fu elaborato nel 2014, i lavori consegnati nel febbraio 2015, poi ci sono voluti poco più di tre anni per completare la struttura, circa il doppio di quanto inizialmente previsto. Per i lavori, infatti, si ipotizzavano 18 mesi di cantiere, ma il fallimento dell'impresa vincitrice ha rallentato l'attività, senza tuttavia bloccarla.

LA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA SEDE: IL VIDEO

“L'impresa giunta seconda, un raggruppamento tra Conscoop e Giuliani Infissi, ha accettato il subentro nel cantiere alle stesse condizioni del vincitore, e dopo alcuni passaggi formali con il liquidatore e autorizzazioni, siamo riusciti a far proseguire il cantiere, perdendo in questa fase circa 7 mesi, che sarebbero stati ben di più se fossimo andati a nuovo bando di gara”, spiega il presidente di Romagna Acque Tonino Bernabè. Il primo costruttore aveva già realizzato opere per 1,1 milioni di euro quando ha dovuto interrompere per le sue difficoltà economiche.

I ritardi hanno avuto un doppio peso: sia per il recupero dell'area dei Portici, fin dalla sua nascita costellata di degrado, sporcizia, ma soprattutto desolazione per la mancanza di passaggio di persone, ma anche per l'arrivo della Polizia Municipale nella ex sede di Romagna Acque, che è in piazzale del Lavoro ed è destinata, dopo alcuni lavori di messa a norma sismica, a diventare la nuova “centrale” dei vigili. L'arrivo degli uffici dell'ente idrico nella piazza della ciminiera e, tra qualche mese (si spera), il presidio della Municipale potrebbero animare e dare più sicurezza all'area incuneata tra stazione e centro storico.

A tutto questo si somma anche il progetto di espansione del supermercato Coop che si trova di fronte alla nuova sede di Romagna Acque, nel centro commerciale dei Portici. Mentre è ancora sfitta e abbandonata, in attesa dell'arrivo di un gruppo bancario, l'altra grande struttura che ha le finestre su piazza Orsi Mangelli. Pur essendo di nuova realizzazione il suo abbandono è contrassegnato dai muri imbrattati in ogni lato.

“Siamo disponibili – spiega Bernabé – a fare la nostra parte per il recupero e il presidio di quest'area, assieme agli altri operatori possiamo metterci in gioco”, rassicura il presidente di Romagna Acque. “Col sindaco Drei ci sono già contatti a riguardo e ha colto questa opportunità”. Già con l'attivazione della nuova sede dalla piazza transiteranno circa un'ottantina di persone tutti i giorni, tanti sono infatti i dipendenti di Romagna Acque che operano nella sede centrale, sui 156 totali dell'ente.

Venerdì alle ore 10 si terrà l'inaugurazione della nuova sede, con la Banda Roveroni di Santa Sofia e i sindaci di tutto il territorio romagnolo. Fan parte della nuova area di Romagna Acque anche un piazzale interno per i veicoli e un nuovo magazzino realizzato con un costo di 310mila euro. Nell'area sorgerà tra un paio di mesi anche una casetta dell'acqua per approvigionarsi di acqua dell'acquedotto distribuita fresca e gasata. Nello stessa proprietà di Romagna Acque si trova inoltre un'ulteriore piccolo lotto edificabile per 512 metri quadri, da realizzare in un secondo tempo se ve ne fosse la necessità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Romagna Acque si prefigura per il 2018 un'annata eccezionale di abbondanza idrica. Alla fine di maggio la diga è piena e si stima che da sola l'acqua del principale bacino di montagna della Romagna da sola potrà soddisfare il 50% circa del fabbisogno romagnolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento