Santa Maria della Ripa nel cuore dei Forlivesi: si punta un polo attrattivo

La notizia, resa nota attraverso una lettera all'Amministrazione Comunale, è sicuramente frutto anche delle iniziative degli ultimi anni del FAI locale nell'aprire il bellissimo complesso del monastero

Nel corso del Censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal Fondo Ambiente Italiano per l’anno 2012, oramai giunto alla VI edizione, il luogo più votato per quanto concerne la città di Forlì risulta essere il Complesso di Santa Maria della Ripa, con 98 segnalazioni. Altri luoghi indicati nella città erano l’ex-stabilimento Eridania, la Chiesa di San Filippo Neri, l’Abbazia di San Mercuriale e il parcheggio di piazza Guido da Montefeltro.

La notizia, resa nota attraverso una lettera all’Amministrazione Comunale, è sicuramente frutto anche delle iniziative degli ultimi anni del FAI locale nell’aprire il bellissimo complesso del monastero. Coincide, inoltre, con un interessamento particolare dell’Amministrazione nel recupero del complesso per la città, attraverso una negoziazione in corso con l’Agenzia del Demanio. Come patrimonio riconosciuto con un valore culturale, il monastero potrà essere compreso in specifici accordi di valorizzazione e il Comune di Forlì ha mandato, in dicembre 2012, una proposta di valorizzazione in tal senso al MIBAC e all’Agenzia del Demanio, con l’obiettivo di sottoscrivere un accordo entro l’autunno 2013.

Il progetto, già illustrato in occasione di un convegno del giugno scorso ai Musei San Domenico, presieduto dal Sindaco ed al quale ha partecipato anche l’architetto Carla Di Francesco, responsabile della Direzione Regionale del MIBAC, prevede il recupero e la rifunzionalizzazione per stralci dell’ex Convento della Ripa al fine di realizzare, con il concorso di operatori pubblici e privati, un complesso polifunzionale che possa ospitare sia alcune rilevanti funzioni pubbliche di interesse culturale ed istituzionale, sia un insieme di attività private tali da trasformare la Ripa in un polo attrattivo che possa contribuire significatamente alla rivitalizzazione dell’intero quadrante nord-ovest del Centro storico. In questo contesto fa particolarmente piacere che il monastero risulti il luogo del cuore preferito da numerosi cittadini forlivesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

Torna su
ForlìToday è in caricamento