Forlì urla presente contro i cambiamenti climatici: in migliaia seguono l'esempio di Greta

E' stata una festa bella, allegra, colorata, piena di impegno, desideri ed emozonii quella partita da Piazzale della Vittoria

Vecchie generazioni al fianco delle nuove. Tutti uniti per la salvaguardia del Pianeta. In migliaia hanno risposto presente al "Fridays For Future", lo sciopero per il clima nato da un'iniziativa di Greta Thunberg, la sedicenne svedese dalle treccine lunghe diventata popolare in tutto il mondo per aver deciso di non andare a scuola ogni venerdì per protestare, in solitudine, davanti al parlamento svedese con un cartello scritto a mano "Sciopero dalla scuola per il clima".

Un lungo serpentone, che ha scelto di mobilitarsi contro i cambiamenti climatici, già in fase avanzata, e convincere i governi del mondo a politiche più incisive per preservare il clima del pianeta. E' stata una festa bella, allegra, colorata, piena di impegno, desideri ed emozonii quella partita da Piazzale della Vittoria, con tanti giovani che, come nelle migliori occasioni di questa città, hanno portato la propria volontà e il proprio entusiasmo affinché il mondo possa cambiare in una direzione più sostenibile e attenta all’ambiente.

In migliaia di giovani a Forlì per lo "Sciopero per il clima"
La voce dei giovani: "Siamo l'ultima generazione che può fare qualcosa"

E con gli studenti anche l'amministrazione comunale, col sindaco Davide Drei, ha voluto dimostrare la vicinanza della città di mercuriale a questa battaglia e all’impegno di battersi affinché il mondo possa cambiare perché il tempo delle indecisioni, o dei calcoli miopi e meschini a difesa degli interessi di bottega contro l’ambiente, è drasticamente finito. "Un corteo allegro e colorato che, sull’esempio della giovane studentessa svedese Greta Thunberg, a Forlì come in tante altre città del mondo, lancia un messaggio di fiducia e di speranza: se i giovani avranno un pianeta abitabile nel futuro, molto dipenderà da quello che facciamo oggi", afferma il primo cittadino.

Dietro lo striscione "Sciopero mondiale per il futuro" il colorato corteo si è incamminato in direzione del centro storico, accompagnato da musica, bolle di sapone e fischietti. Il tragitto si concluso nel cortile della Mensa Universitaria di fianco al Campus di via Corridoni, oltre il parcheggio di Piazza Lega. Qui sono stati approfonditi i temi della giornata, con un paio di brevi interventi di Ruggero Ridolfi, oncologo dell’associazione Isde Medici per l’ambiente che ha seguito a Forlì una osservazione sulla presenza di inquinanti, e Silvia Zamboni, Giornalista de "La Nuova Ecologia" che si occupa di economia circolare, mobilità e politiche urbane sostenibili. Nel parchetto sono stati organizzati sit-in e workshop tematici, durante i quali sono state approfondite le idee alla base del movimento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sanità, il presidente dello Ior Dino Amadori: "La Rete Oncologica va completata in fretta"

  • Politica

    Programmi a confronto sulle tasse comunali: come i candidati vogliono rimodularle o abbassarle

  • Meteo

    Meteo, continua la variabilità atmosferica. E i temporali sono dietro l'angolo

  • Cronaca

    Auto sospetta, la Polizia la intercetta e la ferma: denunciato un 29enne

I più letti della settimana

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Tragedia sui binari: circolazione dei treni rallentata al mattino tra Forlì e Faenza

  • In un bar del centro: "Scusi dov'è il San Domenico?". Risposta: "Non so, non me ne intendo"

  • Forte temporale colpisce il Forlivese, tanta pioggia in pochi minuti: diversi allagamenti

  • Rocambolesco schianto, dopo l'impatto un furgone finisce ruote all'aria: due donne ferite

  • Ritirata l'acqua, sale l'onda della rabbia: "Aziende devastate, pavimenti sollevati in casa"

Torna su
ForlìToday è in caricamento