Scontri al mercatino di Natale, leader di Forza Nuova Romagna "sconta la pena" con una donazione all'ong dei migranti

Ha patteggiato sei mesi  di pena Mirco Ottaviani, il leader di Forza Nuova Romagna che l'8 dicembre del 2017 fu protagonista di alcuni scontri in centro

Ha patteggiato sei mesi  di pena Mirco Ottaviani, il leader di Forza Nuova Romagna che l'8 dicembre del 2017 fu protagonista di alcuni scontri in centro. Il tafferuglio fece scalpore, essendo avvenuto in un giorno festivo in preparazione del Natale, a pochi metri di distanza dalla cerimonia di accensione del tradizionale albero di Natale in piazza Saffi. Poco distante, in piazzetta della Misura, un banchetto di raccolta firme di Forza Nuova fu oggetto di un assembramento di manifestanti di sinistra volto ad impedirne l'accesso, il tutto in mezzo al tradizionale mercatino di Natale.

I forzanovisti, poco meno di una decina, arrivano sul posto come “rinforzo” ai militanti impegnati al banco, muniti di bastoni per le bandiere. Nel tafferuglio rimase lievemente ferito Gianni Cotugno, segretario della Fiom-Cgil di Forlì, colpito durante gli scontri che vennero poco dopo bloccati dalla Polizia giunta in forza in piazza Saffi. 

I reati di cui era imputato erano le lesioni, la violenza privata e la resistenza a pubblico ufficiale. Per gli altri militanti forzanovisti coinvolti negli scontri, invece, si aprirà il processo nei prossimi mesi.  La Procura aveva inizialmente imputato tutti i  protagonisti, compresi i militanti di sinistra, salvo poi, circoscrivere meglio le presunte responsabilità a solo quelli di Forza Nuova, che piombarono sulla scena della manifestazione-contro manifestazione poi sfociata in violenza. 

VIDEO 1 - Militanti di Forza Nuova brandiscono i bastoni: le immagini
VIDEO 2 - Parla Gianni Cotugno: "Sono stato colpito con un bastone"
VIDEO 3 - La polizia in tenuta anti-sommossa si frappone tra le fazioni

Per quell'episodio, che vide Ottaviani in prima fila, è arrivato il patteggiamento in tribunale a Forlì. L'imputato ha patteggiato la pena ma anche e soprattutto 500 euro di risarcimento a Cotugno, che il diretto interessato ha deciso di devolvere all'associazione no profit Mediterranea, una di quelle che operano nelle acque tra la Sicilia e l'Africa nelle contestate missioni di soccorso ai migranti in mare. Nella serata di mercoledì è stato appurato l'invio effettivo del bonifico, col risultato punitivo e “simbolico” che il massimo referente di Forza Nuova in Romagna ha dovuto sostenere economicamente l'attività delle ong nel Mediterraneo, a seguito della richiesta vincolante della parte lesa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento