Disordini fuori il Palafiera, 5 ultrà riminesi in manette: arresti convalidati

Si tratta di cinque ultrà del Rimini calcio, di ritorno da Prato, i quali, durante l'intervallo tra il secondo e il terzo quarto del match cestistico, hanno raggiunto il palazzetto dello sport di via Punta di Ferro

E' di cinque arresti il bilancio dei tafferugli avvenuti domenica sera all'esterno del Palafiera mentre era in corso il derby di basket tra Forlì e Rimini. Si tratta di cinque ultrà del Rimini calcio, di ritorno da Prato, i quali, durante l'intervallo tra il secondo e il terzo quarto del match cestistico, hanno raggiunto il palazzetto dello sport di via Punta di Ferro, intonando cori e accendendo fumogeni. L'immediato intervento della Polizia ha evitato il contatto con i tifosi forlivesi.

A quel punto gli ultrà sono fuggiti in direzione del centro commerciale Puntadiferro. Alcuni agenti sono hanno riportato delle lesioni. Cinque 'tifosi' riminesi sono finiti in manette: lunedì mattina sono comparsi davanti al giudice con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e lancio di oggetti durante una competizione sportiva. Gli arresti sono stati convalidati: gli imputati sono tornati in libertà, con l'obbligo di firma in attesa di esser processati il 5 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

Torna su
ForlìToday è in caricamento