Minore, ma già freddo nel gestire una piazza dello spaccio: arrestato insospettabile 16enne

Gli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Mario Paternoster, hanno assicurato alla giustizia l'"uomo dello sballo" forlimpopolese

Minorenne, ma già maturo nel gestire un giro di spaccio di droga. Gli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Mario Paternoster, hanno assicurato alla giustizia l'"uomo dello sballo" forlimpopolese. Si tratta di un ragazzino di 16 anni, avente alle spalle una travagliata situazione familiare, con problemi sociali ed economici. Una problematica che l'ha spinto probabilmente a diventare uomo troppo presto, ma prendendo la strada sbagliata, quello dello spaccio.

L'attività investigativa è iniziata dopo che i detective erano venuti a conoscenza della presenza di uno spacciatore attivo nella piazza di Forlimpopoli e che aveva nei giovani il suo principale canale di clientela. Prenderlo è stato tutt'altro che semplice. Gli stessi inquirenti non sospettavano che a "gestire la partita" fosse un ragazzino. La svolta è arrivata nella tarda mattinata di lunedì, quando hanno sorpreso un sedicenne lasciare nel garage di casa una grossa borsa.

Era l'uomo che stavano cercando. Dentro il borsone sono spuntati 2,6 chili di hashish, suddivisi in diversi panetti termosaldati, mentre in un altro angolo sono stati rinvenuti 630 grammi di marijuana. I genitori non sapevano che il figlio si fosse dato allo spaccio. Nel tempo ha maturato, a detta degli inquirenti", una certa capacità nel vestire i panni del pusher, gestendo i movimenti senza dare troppo nell'occhio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante gli incassi (il valore al'ingrosso della droga sequestrata ammonta a 5mila euro) non aveva cambiato le abitudini di vita. Ora si trova al Cpa di Bologna a disposizione dela magistratura. Le indagini non sono concluse: resta infatti da chiarire il principale canale di approvigionamento del giovane e se dietro ci fosse qualcuno di più importante ad organizzare il tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Schianto in moto sulla Tosco-Romagnola: ferito un 28enne forlivese

  • "Grotte urlanti", turisti allontanati dall'Arma: trovate anche corde per scalare le rocce

  • Covid-19, nuova ordinanza in Emilia Romagna: contagi tra familiari, si stringono le maglie

  • Sfuriata ventosa in serata: crollano diversi alberi, serie di interventi dei Vigili del Fuoco

  • Covid-19, torna a muoversi il numero dei casi: nuova positività al virus a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento