Stangata alle imprese sui rifiuti, il Comune: "Stiamo intervenendo. Alea non decide le tariffe, le applica"

Il problema del caro bollette dei rifiuti alle imprese è al vaglio di un tavolo tecnico. E' la risposta che arriva dal Comune alla molteplici segnalazioni di Tari raddoppiata e in alcuni casi anche triplicata

Il problema del caro bollette dei rifiuti alle imprese è al vaglio di un tavolo tecnico. E' la risposta che arriva dal Comune alle molteplici segnalazioni di Tari raddoppiata e in alcuni casi anche triplicata, raccolte da Alberto Zattini, Direttore di Confcommercio, che lamenta la nuova "stangata". L'assessore all'Ambente Giuseppe Petetta spiega di aver ben presente la situazione e di aver ereditato il problema, dato che le tariffe erano state deliberate dal coordinamento soci di Alea all'inizio dell'anno. "E' un corso un'analisi delle tipologie più colpite dalla disparita, un mix di fattori tra le tipologie merceologiche e il conteggio dei metri quadri a scaglioni - spiega Petetta -, questo per mettere a punto i necessari correttivi, che verranno discussi entro la fine di dicembre, per le tariffe del prossimo anno".

Per il 2019, invece, pare che non ci saranno spazi per correttivi, per cui bisognerà pagare gli importi maggiorati. In alcuni casi anche di migliaia di euro. Il problema riguarda soprattutto attività come frutta e verdura, bar e ristoranti, macellerie. Replica il Comune di Forlì: "A fronte delle difficoltà evidenziate dagli imprenditori locali nell’implementare il nuovo sistema di raccolta e gestione dei rifiuti introdotto con Alea Ambiente, a seguito del dialogo già avviato tra le parti, il Comune di Forlì ha istituito un tavolo di lavoro con le associazioni del mondo imprenditoriale e con Alea Ambiente, coordinato dagli assessori competenti, Giuseppe Petetta (politiche ambientali) e Paola Casara (politiche per l’impresa). Nel corso degli incontri, partecipati dalla quasi totalità delle Associazioni, alle quali il Comune intende rivolgere un ringraziamento per l’importante lavoro di intermediazione con i propri rappresentati, è stato già possibile segnalare ad Alea Ambiente alcune criticità nel servizio. Sono state, ad esempio, messe in luce caratteristiche e tipologie di imprese su cui stanno ricadendo eventuali disservizi o significativi aumenti delle bollette".

Nella nota si polemizza con Zattini: "Si è stabilito che il tavolo con le Associazioni datoriali debba essere il luogo deputato a questo confronto, e si sono richiamati tutti i partecipanti a una collaborazione puntuale e fattiva, attraverso un metodo condiviso e concertato. Rcordiamo a Zattini che, se l’Associazione da lui guidata presentasse al tavolo, così come viene richiesto, le segnalazioni delle proprie associate che lamentano difficoltà con il servizio di gestione rifiuti, queste potrebbero essere esaminate e sottoposte alle opportune verifiche". Il prblema, per altro, non è in capo ad Alea, che applica le tariffe decise dai Comuni: "Le tariffe sono definite dal Coordinamento soci di Alea Ambiente, ossia dai rappresentanti dei Comuni interessati dal servizio. A questo proposito, il tavolo di lavoro ha ribadito la necessità di aprire una discussione all’interno del Coordinamento dei Sindaci, sia sulla tariffa alle imprese, sia sulle fasce di metri quadrati di applicazione della stessa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

Torna su
ForlìToday è in caricamento