giovedì, 24 aprile 11℃

Nuovo terminal bus alla stazione: blitz del Comune e infuria la polemica

Al centro dell'attenzione il nuovo terminal degli autobus che sarà trasferito da piazza Saffi al piazzale Martiri d'Ungheria (il piazzale della stazione), che sarà operativo dal 29 luglio prossimo

Redazione 6 giugno 2012
20

Nuove fronte di polemica in città. Al centro dell'attenzione il nuovo terminal degli autobus che sarà trasferito da piazza Saffi al piazzale Martiri d'Ungheria (il piazzale della stazione), che sarà operativo dal 29 luglio prossimo. Così quando sono spuntate le transenne, senza adeguati preavvisi secondo i cittadini, sono spariti 80 posti auto (molto gettonati da chi utilizza il treno per spostarsi per lavoro) suscitando le proteste.

Proteste indirizzare soprattutto al fatto che il progetto non è stato discusso con le associazioni di categoria e con gli operatori che utilizzano quell'area. A non accettare favorevolmente la scelta del Comune, che ha deciso di modificare il piano del trasporto pubblico locale nell'ambito del progetto di rilancio del centro storico (presentato in pompa magna nell'estate scorsa dal sindaco Roberto Balzani in piazzetta della Misura) e trasferire davanti alla stazione il capolinea di tutti gli autobus, sostituendo l'accesso al centro storico con due navette veloci e dalle corse molto frequenti.

La nuova area per gli autobus sorgerà all'angolo tra viale della Libertà e via Volta, facendo 'saltare' un'ottantina di posti auto gratuiti e l'area di parcheggio per i taxi, anch'essi in rivolta contro l'Amministrazione comunale. Tra le ipotesi anche il trasferimento della famigerata pensilina di piazza Saffi, contestatissima all'epoca (giunta del sindaco Rusticali) per aver 'violato' la cartolina di San Mercuriale e della piazza centrale, che potrebbe essere ricollocata proprio nel piazzale della stazione.

Annuncio promozionale

Roberto Balzani
centro storico
viabilità

20 Commenti

Feed
  • Avatar di Biondo Flavio

    Biondo Flavio Io non lo so, ma con tutte le priorità che ha Forlì, quella di spostare il terminale dei bus mi pare piuttosto avventata... Già che buona parte del centro è precluso alle auto, già che non è piacevole passeggiare tra banche e negozi sfitti, già che in pochi hanno ormai l'abitudine di raggiungere piazza Saffi, ora se vengono a mancare gli autobus rimarrà a imperitura memoria un'inutile e brutta pensilona. Almeno gli autobus davano un po' di vita a piazza Saffi: la gente saliva, scendeva, aspettava e magari comprava qualcosa nei bar o nei negozietti vicini; macché, portiamo via anche questi dal centro. E magari andremo in piazza in cammello o dromedario... A che serve, poi, il punto Bus, senza bus e senza tettoie, una colata di asfalto... Mi pare che a Forlì il buon senso latiti, spero vivamente di sbagliarmi...

    l'11 giugno del 2012
  • Avatar di Claudio Nasciuti

    Claudio Nasciuti Si è vero, può anche essere che in alcuni casi tutti si ritengono esperti di tutto, ma quelli che vengono spesi sono i miei, i nostri soldi, pertanto mi sento in diritto di verificare che vengano spesi per il bene collettivo e per pubblica utilità. Ad oggi mi sembra di poter dire senza tema di smentita che i soldi spesi per Sapro, Aeroporto, Fiera etc. etc. non siano stati i soldi meglio spesi del mondo. Quando si spendono i miei soldi ho piacere di dire il mio parere, tanto più che sono un operatore del settore mobilità da 30 anni e ti garantisco che il punto bus adiacente alla ferrovia è vuoto per la stragrande maggioranza della giornata, pertanto non ci vuole un esperto per capire che il buon senso vuole che si utilizzi la struttura già esistente.
    Se si fa un nuovo punto bus qualcuno potrebbe pensare, a buona ragione, che sotto sotto c’è chi ci vuole farci la cresta.
    Meno male che in questa epoca storica tutti possiamo esprimere il nostro parere, se così non fosse io non sarei qui a discutere ed a confrontarmi, ma mi farei sentire ugualmente con metodi consoni ad una società non democratica.

    il 6 giugno del 2012
    • Avatar di massimiliano albelli

      massimiliano albelli quello che voglio dire è che prima di esprimere un giudizio bisogna prima di tutto sapere di cosa si parla(costi , benefici, obbiettivi nel breve e nel lungo termine)...e allora tornando alle mie parole..il salumiere può valutare se un altro salumiere lavora più o meno bene...sempre ammesso che non ne parli male perchè è un concorrente mentre un altro che fa il fotografo dubito che sappia gestire il salame;)....ogni questione va spesso strumentalizzata sul piano politico con il messaggio " che se c ero io facevo di meglio" cosa che guardando a cosa succede a livello nazionale ho dubbi fortissimi.....poi le scelte amministrative ed economiche non sono mai "neutre"....le scelte di chi governa ..ma anche di chi compra...."premiano" una parte "danneggiando" un altra....e qual è la risposta?...quella degli interessi della maggioranza?...che se estesa ad un ipotetico "governo mondiale" vorrebbe dire che per un "voto" italiano che va in una direzione ce ne sarebbero 20 "cinesi " che andrebbero in un altra direzione...non so se mi spiego....e basta con sta storia che pago le tasse e devo dire la mia su tutto..dico tutto(dalla sosta vietata agli eurobonds)....basta....chi vuole impegnarsi si butti in politica, provi a prendere i voti e poi ci provi lui.....meno polemiche da bar più approfondimento e serenità di giudizio...

      il 6 giugno del 2012
      • Avatar di Claudio Nasciuti

        Claudio Nasciuti Si ma io so benissimo di cosa si sta parlando, il fatto che uno non si butta in politica non vuole dire che è uno stupido e che deve accettare supinamente tutto quello che gli propinano, forse è vero il contrario, cioè spesso proprio chi fa militanza politica non ad alti livelli subisce supinamente ciò che gli propone la sua leadership. 

        il 6 giugno del 2012
        • Avatar di Stefano '

          Stefano ' Massimiliano, hai ragione: ad ognuno le proprie competenza. Ma, proprio perchè hai ragione, come si fa a leggere, ad esempio, che il vice sindaco afferma che i posti auto sono sufficienti ovunque, citando come riferimento il parcheggio de "I Portici" quando si dovrebbe sapere che quel parcheggio è a tempo limitato (quindi non usufruibile da chi, come me ad esempio, lavorando a Bologna è costretto a lasciar l'auto per 10 e più ore...) ? Hai ragione: ad ognuno il proprio mestiere.... vice sindaco compreso... :-)

          il 7 giugno del 2012
          • Avatar di massimiliano albelli

            massimiliano albelli perdonami ma il parcheggio dei Portici è disco orario sopra, libero e mezzo vuoto sotto.....poi  se è un "diritto" andare in stazione con la macchina su questo  ho da obbiettare....se abiti a San Martino o Predappio o in campagna ok  vai in macchina....se abiti in centro o zona musicisti per dire  ed esci di casa alle otto  puoi andare anche in bici o a piedi....sono contrario all uso dell auto sempre e comunque  e dovunque... ci sono studi(su riviste specializzate a chi si interessa di auto)  dove è dimostrato che la costruzioni di parcheggi inviti all uso dell auto....esempio...io abito in via maroncelli e parto  alle  7....so di trovare parcheggio e vado in auto....se non c è parcheggio  mi regolo diversamente  ...se non fosse vero questo  tutte le persone che prendon il treno(che apprezzo) andrebbero in macchina dove lavorano...ma si sa andare a bologna in auto , costa, si perde più tempo  etc etc..detto questo intorno alla stazione di parcheggi ce ne sono molti....o perlomeno rispetto ad altre stazioni su è giù per l italia più di altre....chi abita nella città dove probabilmente viviamo è abituato bene....io vengo da fuori e vedendo quali sono gli argomenti caldi sono CONTENTO  di stare in una città di persone più o meno a posto...dei gran provinciali e dei brontoloni....ma  certo meglio di città piene di balordi, teppisti, incivili e cafoni...

            il 7 giugno del 2012
  • Avatar di kn

    kn a me viene il vomito al pensiero di tanti soldi buttati, se a voi piace pagare perchè gli altri si divertano a sciupare i vostri soldi in necessità inesistenti, fate pure, a me purtroppo rimane solo il voltastomaco.

    il 6 giugno del 2012
  • Avatar di massimiliano albelli

    massimiliano albelli la cosa curiosa di questa epoca storica - quella dove ognuno ha la possibilità di commentare qualsiasi cosa- è che tutti sono esperti del lavoro degli altri....e allora io gioco a calcetto e mentre guardo la partita in tv dico a Mourinho che non capisce una mazza(mentre io Pinco Pallo che faccio il salumiere me ne intendo..)...ho preso la patente 20 anni fa e siccome guido la macchina me ne intendo di viabilità(quando poi magari non distinguo una direzione obbligatoria da un segnale di senso unico)....le mie conoscenze di teoria economiche sono quelle del " ho 100 E posso fare spesa fino a 100 E", e allora commento che il "governo " " il sindaco" etc etc stanno sbagliando tutto(mentre io che faccio camionista e sto 10 h sul camion saprei fare meglio....)....e via andare con mille esempi.......che belli gli uomini cosi sapientoni nella loro non conoscenza di ogni cosa.......a partire dalla moglie con l amante che lo sa tutto il paese eccetto il marito alle politiche economiche della BCE;)

    il 6 giugno del 2012
    • Avatar di giorgio

      giorgio Secondo te, un sindaco o un assessore quando viene eletto diventa automaticamente un genio della logistica o delle infrastrutture.

      il 6 giugno del 2012
      • Avatar di massimiliano albelli

        massimiliano albelli certo che no....ma ogni cosa a livello amministrativo o politico viene chiesta dal politico e preparata tecnicamente da i funzionari e tutta la macchina dietro....e io non facendo il tecnico della mobilità non son convinto tanto di sapere...

        il 7 giugno del 2012
      • Avatar di Luca P

        Luca P ...giorgio secondo massimiliano, esprimere opinioni è vietato, la libertà di opinione vale solo per chi è d'accordo con lui...

        il 6 giugno del 2012
  • Avatar di Claudio Nasciuti

    Claudio Nasciuti Rimango allibito. Non capisco perchè come cittadino di questo comune io debba vedere i soldi pubblici, quindi anche miei, spesi inutilmente per costruire un terminal dei bus a pochissimi metri da quello già esistente e sottoutilizzato, sopprimendo tra l'altro molti posti auto gratuiti.
    Il punto bus esistente è molto grande ed è per la gran parte della giornata inutilizzato. Basterebbe razionalizzare meglio la struttura, ed io personalmente penso non ci voglia un gran genio, per avere un terminal efficiente, da utilizzare per i bus urbani ed extraurbani . In questi tempi di crisi, tutti gli esperti di economia nazionali e mondiali raccomandano di non sprecare le risorse pubbliche, forse qui a Forlì i nostri amministratori si sentono dei fenomeni per andare contro tendenza.

    il 6 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di ddd

    ddd Bravo Enrico, mamma mia i forlivesi... sono nati per lamentarsi! Certo, il Comune avrebbe dovuto suonare campanello per campanello e chiedere il benestare ad ogni singolo cittadino! Mi sembra giuto... Naturale!!!!!!
    E magari Dio d'ora in avanti dovrà chiedere alla città il permesso prima di far nevicare!!!!!!!!!!!

    il 6 giugno del 2012
    • Avatar di Claudio Nasciuti

      Claudio Nasciuti Si però se Dio avesse chiesto se Foprlì se era atrezzati per la nevicata dell'inverno scorso, o se aveva pagatro chi ci aveva spalato la neve negli anni prima, forse ci avrebbe risparmiato. Ma che opere vogliamo fare se non ci sono neppure i soldi per spalare la neve?

      il 7 giugno del 2012
    • Avatar di Stefano '

      Stefano ' Magari " DDD " chiedere anche di firmarti con un vero nome....  :-)

      Condivido Claudio N., uno spazioso punto bus è già esistente a pochi metri....
      Coloro invece che affermano la NON necessità di allargare gli spazi dediti al parcheggio, evidentemente (fortunati loro) hanno la possibilità di muoversi in bici o altri mezzi pubblici, ovvero nn sono costretti, come migliaia di pendolari, a spostarsi in auto....

      il 6 giugno del 2012
  • Avatar di Giancarlo Romanini

    Giancarlo Romanini iniziano i lavori di cosa? dov'è il progetto? chi l'ha visto? la circoscrizione? il quartiere? quanto costa? quando iniziano e finiscono i lavori? per i lavori pubblici in questi tre anni tanti pasticci (che in questo caso significano soldi buttati) e nessuna trasparenza (e capacità di comunicazione)
    sconsolante l'incapacità della giunta, vicesindaco e sindaco in testa, di alzare il livello della progettazione e della partecipazione; il salto di qualità da zitadon a città europea, in tema di mobilità, è un sonoro tonfo e la differenza rispetto alle amministrazioni precedenti non pervenuta (anzi si va anche peggio)
    se il progetto è quello che ho visto, su carta, durante un incontro con FMI, si prospetta l'ennesima occasione buttata
    d'accordo sul muovere i glutei, e, aggiungerei, sul far girare le pedivelle, ma il "parcheggione" di piazzale Zambianchi la mattina è strapieno con auto posteggiate sui marciapiedi e nelle aree di manovra, addirittura su due lati, tanto che certi passaggi vanno fatti a specchietti chiusi
    sarà il parere di uno che non capisce niente, ma questi, per me, non ne hanno un'idea

    il 6 giugno del 2012
  • Avatar di FrancescoG

    FrancescoG Anche secondo me la zona non è poi così carente di parcheggi gratuiti come sembra dalla lettura di questo articolo. Mi chiedo piuttosto se la zona sia in grado di supportare il traffico che si andrà a creare con il passaggio di tutte le linee urbane... e speriamo che queste navette per il centro siano efficienti (magari anche gratuite)...

    il 6 giugno del 2012
  • Avatar di Stefano '

    Stefano ' Enrico, sono felice per te perchè immagino, leggendo il tuo post, tu non sia un pendolare.... Alle 8.15 già non ci sono più posti auto disponibili nel raggio di 1000 metri..... Certo che 80 posti in più o in meno non cambiano la situazione, sarebbe necessario, oltre a valutare il nuovo terminal bus, valorizzare ancor più l'esistente parcheggio FS, ad esempio sopra elevandolo come fatto in altri parcheggi (ex Morgagni)

    il 6 giugno del 2012
    • Avatar di Enrico

      Enrico Io abito a poco più di un km dalla stazione e ci vado a piedi tutte le mattine. Vedo qual'è la situazione parcheggi, ma vedo anche che il parcheggio di via da Vinci è quasi sempre vuoto, nonostante sia a pochi metri dalla stazione. Se poi uno vuole parcheggiare sui binari, questo è un'altro discorso.

      il 6 giugno del 2012
  • Avatar di Enrico

    Enrico Certo, tutto è stato fatto all'improvviso, ma i posti auto gratuiti ci sono, a meno di 200 metri dalla stazione, in fondo a via Leonardo da Vinci (quasi su via Volta) e la maggior parte sono sempre vuoti. Quindi, muoviamo un pò i glutei e diamoci da fare che per 200 metri a piedi non muore nessuno.

    il 6 giugno del 2012