Nuovi arredi: si arricchisce il laboratorio di cucina per i ragazzi disabili di Techne

“LaboRando” permette ai ragazzi di acquisire competenze e sperimentarsi in diversi ambiti come l’assemblaggio, il cucito, la ristorazione, il teatro e altro

E' stato inaugurato giovedì mattina, alla presenza del sindaco di Forlì, Davide Drei, il nuovo laboratorio di cucina per le attività dei ragazzi disabili di Techne. Il locale, finora realizzato con un assemblato di mobili e attrezzature per lo più donate all’ente di formazione, dispone di una cucina coordinata e attrezzata, grazie in particolare al contributo del Rotary Club Forlì Tre Valli, di Ginestri Arredamenti e dell’impresa Casavecchia Marmi che hanno co-finanziato i lavori.

Frequentato settimanalmente da una quindicina di ragazzi disabili, il laboratorio di cucina permette loro di cimentarsi nelle attività pratiche di cucina domestica, stimolandoli all’acquisizione di autonomie, competenze relazionali e professionali, spendibili e riproducibili sia a casa che in un contesto lavorativo. Il laboratorio di cucina è stato creato 7 anni fa, nell’ambito di “LaboRando”, iniziativa nata raccogliendo le esigenze espresse dalle famiglie che, seppur non finanziata da fondi pubblici, ha da subito incontrato notevole interesse ed adesioni. Frequentato tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, da settembre a luglio, alla guida di personale specializzato, “LaboRando” permette ai ragazzi di acquisire competenze e sperimentarsi in diversi ambiti come l’assemblaggio, il cucito, la ristorazione, il teatro, le lavorazioni artigianali, impegnandoli in attività volte ad affinare la manualità e sviluppare il senso creativo.

"Il Laboratorio - sottolinea Lia Benvenuti, direttore generale di Techne - riscuote molto successo tra i ragazzi perché unisce l’attività manuale e creativa a quella di socializzazione, promuovendo al contempo competenze professionali ed autonomie individuali indispensabili per il loro quotidiano e per un futuro inserimento lavorativo". "Questa iniziativa è la dimostrazione che si possono fare grandi cose attraverso esperienze partecipate come questa - sottolinea Drei - grazie al contributo di diversi soggetti del nostro territorio, dal Rotary Tre Valli a Ginestri Arredamenti, che si sono mobilitati per venire incontro alle esigenze dei ragazzi e delle loro necessità formative e di crescita personale".

Techne, l’ente di formazione di proprietà del Comune di Forlì (attraverso Livia Tellus Romagna Holding Spa) ed il Comune di Cesena, da quarant’anni lavora sul territorio nell’area dello svantaggio sociale e qui spende le sue principali risorse in termini di investimento. Unica agenzia formativa pubblica della provincia, ha una forte mission sociale che si traduce in interventi formativi e di inserimento lavorativo rivolti in particolare a giovani e adulti disabili/svantaggiati.

laboratorio-cucina-techne-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento